Workshop: occasioni d’incontro e di scambio tra enti, uffici e comunità del territorio

1

I laboratori-workshop condotti dagli Enti culturali diocesani costituiscono il cuore dell’incontro “L’albero della cultura: i suoi rami e i suoi frutti” in programma per il 26 gennaio alla Casa del Giovane (a partire dalle 9,15) rappresentano una interessante occasione di condivisione per tutti coloro che, nelle nostre comunità, svolgono un servizio all’interno di uno degli ambiti della pastorale della cultura. “L’obiettivo di questi laboratori – spiega don Fabrizio Rigamonti, direttore dell’Ufficio per la pastorale della cultura – è favorire un incontro tra tronco e rami dell’ambito culturale, gli enti, gli uffici e le comunità. Ogni workshop parte da un tema specifico come veicolo per favorire conoscenza, scambio e ascolto, con la convinzione che un rapporto di conoscenza e di stima reciproca possa aprire nuove collaborazioni e generare nuovi scenari. Il lavoro che stiamo conducendo è paziente e leggero, per non aggravare il carico di lavoro ordinario di ciascuno degli enti coinvolti, già molto impegnativo”.
L’Ufficio Beni Culturali e la Rete dei Musei si occupano de “La progettazione di itinerari culturali tra storia, arte e fede: santuari e devozioni popolari”. Archivio storico e Biblioteca diocesana con Fondazione Papa Giovanni XXIII parlano di “Archivi e biblioteche diocesane a servizio delle parrocchie”, l’Accademia musicale Santa Cecilia de “La formazione degli operatori musicali della liturgia”. Acec e Servizio Assistenza Sale cinematografiche (Sas) approfondiscono il “Sostegno alla progettazione di rassegne cinematografiche e teatrali”, Fondazione Bernareggi e Bergamo Festival “La figura del Santo patrono. Dal patrimonio della comunità alla progettazione di percorsi culturali e formativi”. Istituto per la pastorale universitaria, Scuola di teologia del Seminario e Istituto Superiore di Scienze Religiose ragionano su “La responsabilità del pensare. Proposte di approfondimento culturale”. L’Eco di Bergamo e L’Angelo in famiglia si occupano de “Il bollettino della comunità: il legame della Diocesi e il collegamento con il territorio”, Santalessandro.org e Moma Comunicazione di “Siti web e social network: nuovi strumenti per creare comunità” e infine Radio Alta e Bergamo Tv: “Radio e televisione: la comunicazione che crea legami”. Ricordiamo che per motivi organizzativi, l’Ufficio diocesano per la Pastorale della Cultura chiede gentilmente di comunicare una preferenza per la partecipazione ai laboratori scrivendo a segr.pastoralecultura@curia.bergamo.it oppure telefonando allo 035278265 entro il 18 gennaio.

Share.

1 commento

  1. Pingback: Cultura e Chiesa: un’azione comune per costruire orizzonti più ampi – Parrocchia di Santa Croce

Lascia un commento