La stella ti invita: dalla campagna di Natale 64 mila euro per le missioni

0

64 mila euro destinati alla solidarietà: è la considerevole cifra con cui si è conclusa la campagna di Natale 2018 “La stella ti invita!…Incontra la missione” promossa dal Centro Missionario Diocesano in collaborazione con Ascom Bergamo, il Telaio della Missione Onlus e Websolidale. Una solidarietà che da Bergamo arriverà in Congo, Bolivia e Terra Santa. “Dopo quindici anni possiamo ancora dare prova della grande generosità che caratterizza la terra bergamasca – commenta don Andrea Mazzoleni, direttore del Centro Missionario -, alla quale non possiamo che dire grazie per il contributo dimostrato anche questa volta. Questa campagna di solidarietà si conferma uno strumento prezioso di dialogo e sensibilizzazione del territorio, riuscendo a coinvolgere non solo le parrocchie, ma anche il mondo del commercio, delle istituzioni e della scuola. E’ il segno di una Chiesa che, dialogando con il territorio, cerca di promuovere processi di solidarietà e fratellanza”. Un risultato ottenuto grazie alla forte coesione all’interno del progetto tra diverse realtà, e all’aiuto di circa 150 volontari. 55 mila euro andranno ai progetti missionari sostenuti quest’anno; nel dettaglio 20 mila euro per la storica Ciudad de los Niños a Cochabamba (Bolivia), per gli adolescenti del “Proyecto Emaus”, accompagnandoli in un inserimento nella società; altri 20 mila euro alle Suore delle Poverelle nella Repubblica democratica del Congo per attrezzare con macchinari più adeguati la sala parto dell’ospedale di Kishangani; 15 mila euro invece al Patriarcato di Gerusalemme per il sostegno, la formazione e l’educazione dei giovani cristiani. I restanti 9mila euro sono stati devoluti ai tre missionari riconosciuti con il Premio Papa Giovanni XIII: Suor Vera Ravasio delle Suore Orsoline di Somasca, che a Manila (Filippine) sta spendendo la sua vita per la cura delle giovani generazioni; Padre Benigno Franceschetti, missionario Saveriano a Bafoussam (Camerun), dove accompagna e sostiene il cammino vocazionale dei giovani che gli sono affidati e Mario Mazzoleni, missionario laico in Bolivia impegnato nella gestione di alcune opere sociali in favore della rieducazione dei giovanissimi che hanno commesso reati. Cifre rese possibili grazie a numerose iniziative: oltre a quelle classiche e tradizionali come il Concerto di Natale, la vendita dei Panettoni della Solidarietà (ben 6 mila), la vendita a Oriocenter dei presepi, la Capanna di Natale, luogo simbolo in uno spazio importante della città, il servizio di confezionamento dei regali all’Iper di Seriate, la promozione della campagna sui mezzi Atb e Teb, si sono aggiunte nuove proposte come le bustine della Tisana della solidarietà confezionate dall’Istituto Comprensivo Cairoli di Stezzano e la We Run, una staffetta di beneficenza di 24 ore che ha coinvolto mille atleti e ha permesso di raccogliere 12.534 euro. Senza dimenticare le Cartoline solidali, rese possibili grazie al concorso artistico al quale hanno aderito 26 scuole, coinvolgendo 95 classi e 2.103 alunni, grazie alla già avviata collaborazione con Adasm Fism e con l’Ufficio scolastico Territoriale di Bergamo: “L’invio delle cartoline solidali ha coperto tutto il mondo – commenta Ciro Troccolo, presidente di Websolidale onlus, che ha devoluto un euro per ogni cartolina inviata -. 16.071 spedite principalmente dalla diocesi di Bergamo, ma anche da altri parti d’Italia, dall’America latina, dall’Africa e da altre nazioni: abbiamo registrato invii da Russia, Giappone, Israele, Turchia e Australia. Nei nove anni di vita dell’iniziativa, siamo riusciti a raccogliere 118 mila euro per i progetti missionari”. “Quando questa campagna è iniziata, quindici anni fa – ricorda Oscar Fusini, direttore di Ascom Bergamo – non c’erano gli smartphone, si comunicava in modo diverso. Ma siamo ancora qui, a trasmettere un messaggio che porta valore, salvaguardandolo per le generazioni future”. “In molti hanno messo tempo, energia e creatività per questa campagna – commenta Maria Carla Marchesi, assessore alla Coesione sociale del Comune di Bergamo -. Da parte nostra continuiamo ad esser vicini ai missionari e a sostenere la capacità di essere solidali nella nostra città”.

Share.

Lascia un commento