Ulisse, Teseo e Atalanta: uno spettacolo “Mitico” a Ponteranica

0

Ci sono Selene, dea della Luna, perdutamente innamorata di un mortale, l’astuto Ulisse alle prese con il Ciclope, Teseo nel labirinto del Minotauro nel “Mitico!” musical da fermi del duo bergamasco “Aedopop” composto da Pierangelo Frugnoli e Giorgio Personelli, in scena il 10 febbraio alle 17 all’auditorio di Ponteranica in via Valbona 73, nell’ambito della rassegna teatrale di Erbamil. Uno dei punti forti dello spettacolo è il mito di Atalanta, proposto sotto forma di radiocronaca sportiva, scherzando sul doppio profilo del personaggio: coraggiosa eroina dell’antichità e squadra di calcio del cuore dei bergamaschi. Le storie, tutte ispirate ai miti dell’antica Grecia, nate da un’idea originale di Aedopop e tradotte in forma narrativa da Annalisa Strada, insegnante e scrittrice, sono raccolte anche nel libro omonimo, edito da Il Castoro; le canzoni, ritmate e accattivanti, sono state registrate nel cd che lo accompagna. I ritornelli facili sembrano fatti apposta per catturare subito i bambini, coinvolti durante il musical in un improvvisato karaoke. Sul palco Frugnoli e Personelli partono da lontano, dall’inizio dei tempi, spiegando in musica ai giovanissimi spettatori che “Prima c’era il caos”, presentando poi gli dei dell’Olimpo uno per uno, e addentrandosi infine in alcune delle vicende più appassionanti degli eroi dell’antichità. I miti diventano così materia viva, rivisitata in modo leggero e ironico, con uno sguardo a misura di bambino, con l’intento di suscitare curiosità, invogliare e stimolare alla lettura. Il musical da fermi prevede un’attrezzatura essenziale: due microfoni, due leggii, una chitarra. La vera magia nasce dalle letture e dalle melodie, che si arricchiscono strada facendo di mille sfumature, emozioni, vibrazioni, come accade per esempio con la voce dei Ciclopi, che sembra nascere nella profondità delle loro caverne. Non mancano gli “effetti speciali”, piccole sorprese che accompagnano il racconto, semplicissime, divertenti e proprio per questo particolarmente efficaci per un pubblico di giovanissimi.

Share.

Lascia un commento