Tante idee per usare le uova sode: la Pasqua dei bambini

0

Le uova sode colorate, pronte da portare a messa per la benedizione a Pasqua, sono un ricordo dell’infanzia che mi accompagna ancora oggi. Perché racchiudono una tradizione, un rituale che nelle menti dei bambini resterà impresso.

Il fascino sta nei gesti, nella delicatezza che occorre avere per non rompere i gusci, nella fantasia che si scatena nel colorare le uova, nella cura necessaria per trasportarle in un cesto senza correre. Una volta benedette occorre però anche mangiarle. E allora via, le idee facili facili per gustare al meglio le uova sode a Pasqua sono tante. Eccone alcune.

Ingredienti

– uova sode
– pane da bruschetta
– pomodori
– lattuga
– alici
– olive
– cipolla
– aglio
– patate bollite
– tonno
– maionese
– olio d’oliva
– sale e pepe

Preparazione

Cominciamo dalla premessa: per fare un buon uovo sodo occorrono 10 minuti. Si mette a bollire l’acqua in un pentolino alto e si aggiunge delicatamente l’uovo. In dieci minuti sarà bello sodo.

Una volta pronte, le uova si possono utilizzare per bruschette velocissime da preparare ma molto stuzzicanti. Basta fare abbrustolire il pane a fette, spalmarlo con un po’ d’aglio, aggiungere pomodoro tagliato a fette e olio d’oliva. Le uova vanno tagliate a fettine e adagiate sul pane, un pizzico di sale e pepe danno il tocco finale.

Un altro piatto che consente di valorizzare la uova sode è l’insalata Nizzarda. Lattuga, pomodori, patate bollite, alici, cipolla a rondelle, olive. Mettete il tutto in una bella ciotola capiente e aggiungete le uova tagliate a piacere. Ultimate con un filo d’olio, sale e pepe a piacere e mescolate con cura.

Infine, gustosissime e ideali per la tavola di Pasqua sono le uva sode ripiene. Basta tagliare a metà l’uovo, togliere il rosso, metterlo in un mixer con tonno, maionese e un pizzico di sale e frullare il tutto. Una volta pronta si usa una sac à poche per mettere la crema all’interno del bianco dell’uovo.

Share.

Lascia un commento