La vita quotidiana in Costa d’Avorio in un blog: i racconti missionari di don Luca

0

“In questo blog ho messo tutti gli scritti di questi primi mesi in Africa che ho pubblicato su Facebook e, senza la pretesa di un racconto esaustivo, né di un appuntamento fisso, pubblicherò qui nuovi punti di vista. […] Qui potrai trovare racconti che parlano d’Africa, di sofferenza, di fatica, ma anche di gioia e di spensieratezza, insomma di vita in tutte le sue imprevedibili sfaccettature”.

Queste poche righe sono solo un estratto del blog che don Luca Pezzotta – originario di Grosseto ma bergamasco d’adozione, in passato curato a Boltiere ora missionario in Costa d’Avorio – ha scelto di scrivere per raccontare la realtà missionaria che vive ogni giorno. Racconti sinceri e autentici che parlano dell’Africa così com’è, senza filtri e dal punto di vista di un sacerdote che ha scelto di accettare la sfida della missione.

“Subito ho pensato che sarebbe stato bello mantenere un ponte con l’Italia, con le persone care e le parrocchie che mi hanno incontrato – spiega don Luca -. Era un desiderio legato al fatto di essere stato inviato dal vescovo e dalla diocesi di Bergamo a una Chiesa sorella per un arricchimento reciproco. Come arricchirsi senza conoscersi? Così è nata l’idea di scrivere alcuni racconti e pubblicare alcune foto sulla mia pagina Facebook. Questi racconti sono piaciuti e, da qui, il centro missionario mi ha proposto di farne un blog. Sinceramente non era una mia idea e una mia priorità, ma mi sono detto che forse anche questo poteva essere un piccolo servizio alla Chiesa di Bergamo rendendo i miei racconti più fruibili anche per chi non conosceva la mia pagina Facebook. Grazie alla spinta e all’aiuto di Michele e Diego che lavorano per il centro missionario è nato il blog”.

‘16 modi di dire verde’ è il nome del blog e don Luca lo spiega in un racconto per presentare il sito. “Il rosso è rosso, il verde è verde, il giallo è giallo così è finché non scopri che un popolo che qualcuno definirebbe “primitivo” dell’Amazzonia ha 16 modi per dire verde… Allora scopri che forse c’è una prospettiva diversa per vedere le cose. “16 modi di dire verde” è anche una canzone di Niccolò Fabi, scritta dopo un viaggio in Africa e dopo aver scoperto uno sguardo diverso sul mondo” scrive don Luca.

“E poi a ben pensarci quanti verdi che ho incontrato nella mia vita. Il verde è il colore dei campi della maremma dopo le piogge primaverili, verde è il colore delle conifere che avvolgevano le passeggiate mie e della mia famiglia nelle nostre vacanze sulle Dolomiti, verde è il colore del mare quando il maestrale soffia forte, verde è il colore delle magliette che hanno accompagnato il pellegrinaggio da La Verna ad Assisi e da Ortona a Roma, verde punteggiato di mille fiori variopinti è il colore degli alpeggi delle belle Orobie all’inizio dell’estate. Verde è il colore che da alcuni mesi è preponderante quando alzo lo sguardo e osservo fuori dalla finestra. Quante sfumature di verde ci sono nella mia vita, ciascuna con una sua particolarità”.

Sul sito sono raccolti diversi racconti la cui protagonista è la quotidianità. All’interno del blog vengono affrontate delle riflessioni ispirate da ciò che la vita in Africa può offrire. I pensieri di don Luca vanno di pari passo con le esperienze che, di volta in volta, incontra sul suo cammino. “Mi piace il fatto che io l’avevo abbozzato, ma è stato Diego, mio amico fraterno, dall’Italia a renderlo più fruibile e impostarlo come è stato lanciato. –racconta don Luca -. La condivisione aiuta e fa crescere. Mi piace dire che è un punto di vista soggettivo, ma niente di quello che è scritto è inventato o romanzato”.

Racconti di quotidianità missionaria raccolti in un blog autentico la cui sincerità collega l’Italia alla realtà africana. La dimostrazione che anche internet può essere protagonista di una buona condivisione, un ponte che fa sentire tutti vicini sotto lo stesso cielo.

Share.

Lascia un commento