Cinema all’aperto, ultime tre serate del progetto “Le strade del cinema” curato da Lab 80 film

0

L’estate sta finendo, ma restano ancora tre date per godersi l’atmosfera unica del cinema sotto le stelle.

Sono infatti in programma tre serate di cinema all’aperto che concluderanno l’edizione 2019 del progetto estivo “Le strade del cinema”, curato da Lab 80 film, che ha proposto per tutta la stagione proiezioni gratuite di film in piazze, cortili e parchi dei quartieri della città.

L’appuntamento è per sabato 31 agosto, domenica 1 settembre e sabato 7 settembre, rispettivamente nei quartieri di Valtesse, Celadina e Borgo Palazzo.

Quest’anno, per la prima volta, alla collaborazione collaudata con il Comune di Bergamo (che ha inserito la rassegna nel cartellone Bergamo Estate), si è aggiunta la collaborazione con Integrazione Film Festival – IFF, il festival di cinema organizzato da Cooperativa Ruah e dedicato al tema dell’integrazione tra persone di diversa appartenenza culturale. Prima delle proiezioni, infatti, vengono proiettati i migliori cortometraggi selezionati per la 13esima edizione del Festival, tenutasi lo scorso aprile a Bergamo e a Sarnico.

Il programma delle ultime serate prevede per sabato 31 agosto, alle 21,15 al Parco Garofalo di Valtesse, il cortometraggio “Indovina chi ti porto per cena” del giovane e premiato regista italo-somalo Amin Nour e poi il lungometraggio “Metti la nonna in freezer” di Giancarlo Fontana, con Fabio De Luigi e Miriam Leone.

Domenica 1 settembre, dalle 21 in Piazza Bonfanti a Celadina, il cortometraggio “Il mondiale” in piazza di Vito Palmieri (vincitore dell’edizione 2019 di Integrazione Film Festival) e il film “Il viaggio di Yao” di Philippe Godeau. Ultima serata sabato 7 settembre, alle 21 al Parco del Galgario in Borgo Palazzo, con il cortometraggio “Ius maris” di Vincenzo D’Arpe e il lungometraggio “Wonder” di Stephen Chbosky, con Julia Roberts e Owen Wilson.

Spiega Sergio Visinoni, di Lab 80 film: «Anche quest’anno abbiamo portato nei quartieri non solo buon cinema ma anche momenti di aggregazione, per animare quelle aree della città dove spesso la proposta culturale cittadina non arriva. Continuiamo con le ultime serate, con cui vogliamo coinvolgere vari tipi di pubblico: bambini, famiglie, giovani, appassionati».
Aggiunge Giancarlo Domenghini, Direttore di Integrazione Film Festival – IFF: «Siamo felici di aver partecipato a questo progetto, portando in diverse zone della città i cortometraggi patrimonio del nostro Festival. Il nostro obiettivo è proprio questo: fare in modo che i nostri film parlino con le persone, comunicando nuove possibilità virtuose di convivialità delle differenze».

 

Informazioni:

Sul sito www.lab80.it e al numero telefonico 035.342239.
La partecipazione alle serate è sempre libera e gratuita.

Share.

Lascia un commento