Dieci anni dalla morte del vescovo Roberto Amadei: gli appuntamenti per ricordarlo

0

«…perché la fede ci dice

che il bello della vita

non sta dietro, ma sta davanti:

in quel futuro che si chiama Gesù”.

(dalla sua omelia del 16 marzo 2007)

 

 

A dieci anni della morte di monsignor Roberto Amadei, vescovo di Bergamo dal 1991 al 2008, la nostra diocesi organizza alcuni eventi in sua memoria.

Il primo appuntamento sarà mercoledì 13 novembre, alle 9,30: nell’aula magna Orlandi del Seminario si terrà il convegno «L’azione pastorale di Sua Eccellenza Monsignor Roberto Amadei». Nella mattinata interverranno, con testimonianze e riflessioni, monsignor Maurizio Gervasoni, vescovo di Vigevano, monsignor Lino Casati e don Claudio Visconti.

Per i presbiteri e religiosi, invece, è in programma mercoledì 11 dicembre, alle 9,30, il ritiro spirituale d’Avvento. L’incontro sarà sempre in seminario e sarà predicato da monsignor Dante Lafranconi, vescovo emerito di Cremona.

Sabato 28 dicembre, alle 19, nella chiesa di San Paolo apostolo in città, si terrà il «Concerto per la Pace in memoria del Vescovo Roberto» con i Piccoli Musici di Casazza. La parrocchia è guidata dal parroco monsignor Alessandro Locatelli che è stato segretario del vescovo Roberto.

Domenica 29 dicembre, infine, giorno del decimo anniversario della morte di monsignor Amadei, si terrà nel Duomo di Bergamo, alle 18, la Messa in suffragio. Alla cerimonia religiosa, che sarà presieduta dal vescovo monsignor Francesco Beschi, sono invitati i presbiteri, i religiosi, le religiose e i consacrati, le Associazioni e i movimenti laicali e tutti i fedeli della nostra diocesi.

Il vescovo Roberto è nato il 13 febbraio 1933 a Verdello ed è stato ordinato sacerdote il 16 marzo 1957 dall’allora vescovo Giuseppe Piazzi. Inviato nel Pontificio Seminario di Roma per perfezionare gli studi teologici, si è poi iscritto all’Università Gregoriana, dove nel 1970 si è laureato in Storia ecclesiastica con una tesi sul clero bergamasco nel Risorgimento.

Nel 1960 è però rientrato nella nostra diocesi: prima come docente di Storia ecclesiastica in Seminario e poi preside della Teologia (1968-81) e rettore del Seminario (1981-90). Contemporaneamente curava la formazione teologica delle religiose, aiutando diverse parrocchie e cliniche ed era assistente nazionale dell’istituto secolare Caritas Christi. Nel corso degli anni, inoltre, aveva pubblicato numerosi studi storici sulla Chiesa bergamasca.

Nominato vescovo di Savona-Noli il 21 aprile del 1990, aveva ricevuto la consacrazione episcopale il 2 giugno successivo nella chiesa ipogea del Seminario. Un anno dopo, il 21 novembre 1991, venne nominato vescovo della nostra diocesi, dove fece il solenne ingresso domenica 26 gennaio 1992.

Fra le iniziative più importanti del suo episcopato, vanno ricordati il Sinodo diocesano, che non si teneva da oltre cinquant’anni, l’attenzione al Seminario e alle vocazioni e la visita pastorale.

Il 21 gennaio 2009 il vescovo Roberto si ritirò per raggiunti limiti di età e il 15 marzo successivo accolse in Cattedrale il successore monsignor Francesco Beschi. Negli ultimi mesi di vita terrena risiedeva nella comunità dei preti del Sacro Cuore e aiutava la parrocchia di San Paolo in città. Il 29 dicembre 2009, a 76 anni, a causa di una grave malattia affrontata con fede, raggiunse il Paradiso.

 

 

Share.

Lascia un commento