Avvento di preghiera sulle tracce di Maria nella parrocchia di Loreto, nel segno della solidarietà

0

L’Avvento è un tempo di attesa, di preghiera, di riflessione, che si concretizzano in momenti di incontro e gesti di solidarietà nelle parrocchie. Il nostro dossier racconta le iniziative di quattro comunità della nostra diocesi, due in città e due in provincia.

Un Avvento all’insegna della preghiera e della condivisione. La comunità cristiana di Loreto avvicina il Natale con una serie di appuntamenti, spirituali e sociali, proprio nel periodo in cui si celebra anche la solennità della Madonna lauretana, patrona della parrocchia cittadina.

«Il nostro percorso di attesa per la nascita di Gesù – spiega don Matteo Marcassoli – è iniziato lo scorso fine-settimana con la consegna, al termine delle messe, del libretto dell’Avvento preparato dalle ACLI: uno strumento di supporto alla preghiera personale e in famiglia».

Per dare continuità a questo invito al raccoglimento, sono state pensate alcune occasioni di meditazione spirituale, rivolte alla comunità parrocchiale. «I ragazzi di elementari e medie – illustra il curato – sono invitati, tutti i venerdì mattina prima della scuola, a ritrovarsi in oratorio per un momento di preghiera, a seguito del quale faranno colazione insieme. Lo stesso vale per gli adolescenti che, la domenica sera (dalle 19:30), condivideranno cena, esperienze, preghiera e fede. Durante le settimane di Avvento, inoltre, invitiamo a formare piccoli gruppi nei vari condomini del quartiere: l’obiettivo è portare il Vangelo nelle case di Loreto e riflettere insieme sul tema dell’anno pastorale, aiutati dalle schede preparate della Diocesi. Infine, il venerdì dalle 16:30 alle 18:30, dedichiamo qualche ora all’adorazione eucaristica, con la possibilità di sostare in silenzio e venerazione di fronte al Santissimo Sacramento».

Per quanto riguarda la vita concreta all’interno della comunità, sono diverse le proposte all’insegna della solidarietà. «Il regalo di Natale più bello è donare a chi ha bisogno – dice don Matteo -. In Santuario, come di consueto, lasceremo un cesto in cui collocare generi alimentari di prima necessità, destinati alle persone bisognose. Nel weekend del 7-8 dicembre, in oratorio, verrà allestito il mercatino di solidarietà delle Api Operaie, il gruppo di signore della nostra parrocchia che mettono a disposizione le proprie capacità manuali e creative a fini caritativi. Sempre in oratorio, in collaborazione con l’associazione Esserci A.P.S., il mercatino del libro usato (13,14 e 15 dicembre): lo scopo è la raccolta di fondi, tramite offerta libera, a favore delle persone bisognose della zona e a sostegno delle attività culturali della biblioteca del quartiere. Inoltre, in casa parrocchiale, è ancora possibile ritirare il calendario 2020 della Fondazione Piero e Lucille Corti, per appoggiare lo sviluppo umano e sanitario dei malati del Lacor Hospital in Uganda: la più grande struttura ospedaliera non a fini di lucro dell’Africa equatoriale».

All’interno del percorso di Avvento, martedì 10 dicembre, cade la festa liturgica della Madonna di Loreto, a cui è intitolata la parrocchia cittadina. Pure in questo caso, le iniziative comunitarie non mancano. «La Vergine lauretana è patrona anche dell’aviazione: in tal senso, domenica 8, alle 11:00, verrà celebrata la messa assieme all’Associazione Areonautica di Bergamo. Nel pomeriggio dello stesso giorno, la comunità è invitata al ritiro spirituale con don Massimo Rizzi, direttore del Centro Missionario Diocesano. Lunedì 9, vigilia della solennità mariana, veglia di preghiera con rosario meditato. E infine, martedì 10, tre messe (9, 16, 18,30) con la predicazione di don Mattia Tomasoni, docente di storia del nostro seminario ».

Il programma di proposte in attesa del Natale si chiude con lo scambio degli auguri (domenica 15, alle 16) e l’elevazione musicale del coro don Silvio Agazzi (sabato 21 dicembre, ore 20,45). Poi sarà tempo delle confessioni (23-24 dicembre), per arrivare pronti alla nascita di Gesù. Infine, come da tradizione, il momento di veglia prima della messa di mezzanotte sarà reso possibile dal lavoro congiunto dei gruppi adolescenti e scout della parrocchia. 

Share.

Lascia un commento