Giornata della Memoria in Bergamasca: spettacoli teatrali e incontri per bambini e famiglie

1

Commemorazioni, spettacoli teatrali e incontri per bambini e famiglie. Tante sono le iniziative in programma a Bergamo e in provincia in vista della Giornata della Memoria che ricorre il 27 gennaio, giorno in cui, nel 1945, le truppe russe entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz e liberarono i prigionieri sopravvissuti svelando le atrocità e l’orrore della Shoah, ovvero lo sterminio degli ebrei.
Da diversi anni, anche in Italia, il 27 gennaio è un’occasione per ricordare tutte le vittime dell’Olocausto, delle leggi razziali e di coloro che hanno rischiato la propria vita per proteggere i perseguitati ebrei, nonché tutti i deportati militari e politici italiani nella Germania nazista.

Si comincerà venerdì 24 gennaio, alle 20.45, a Cologno al Serio, sarà messo in scena lo spettacolo «Vuoto di Memoria», curato da  Tiziano Ferrari e Livio Remuzzi con Chiara Bettinelli, deSidera Teatro e Teatro Gli Incamminati presso l’Auditorium delle Scuole Medie. La rappresentazione teatrale racconterà tre vicende attraverso diversi registri che rifletteranno sull’importanza di non dimenticare e di combattere con decisione ogni deriva estremista senza mai restare indifferenti. L’ingresso sarà libero e gratuito.

A Fiorano al Serio, sempre venerdì 24 gennaio, alle 20.45, ci sarà «Una VALLATA piena di STELLE. Camminata nella memoria per bambini e famiglie» organizzata dall’associazione onlus «La Vallata dei libri bambini». Si partirà dalla piazza della chiesa della città, dove i bambini e le loro famiglie parteciperanno alla fiaccolata a cielo aperto; sarà un’occasione per apprendere e meditare su uno degli episodi più tragici e più bui della storia e, al tempo stesso, trovare nella riflessione silenziosa e condivisa un messaggio di speranza e di pace. Inoltre, durante il percorso, si leggerà il libro illustrato Fu stella (Lapis, 2019) scritto da Matteo Corradini con le illustrazioni di Vittoria Facchini; è una lunga e commovente filastrocca sulla Shoah, nella quale si avvicendano dieci storie tragiche viste dal punto di vista della tristemente famosa stella gialla cucita sulle divise, simbolo della discriminazione razziale.

Sabato 25 gennaio alle 16 presso la Biblioteca Tiraboschi di Bergamo si terrà il reading teatrale con musica e immagini, a cura di Luna e Gnac teatro, con il libro per ragazzi Fino a quando la mia stella brillerà (Piemme, 2018) in cui Liliana Segre, sopravvissuta Auschwitz e dal 2018 senatrice a vita racconta la sua testimonianza di bambina che ha incontrato l’orrore ma anche la forza dell’amore, capace di sopravvivere alle situazioni più estreme. L’ingresso sarà gratuito fino a esaurimento posti.

Poi, nella stessa giornata, alle 20.30, presso la sede della Cooperativa «La solidarietà», a Dalmine, ci sarà lo spettacolo teatrale «T4. La rabbia. La vergogna» che evocherà le persecuzioni da parte dei nazisti, attraverso le teorie dell’eugenetica, di persone la cui vite venivano considerate “non degne di essere vissute”. La nuova creazione di Puzzle Teatro è promossa dalla Cooperativa «La solidarietà», ARCI Dalmine, ANPI Dalmine, ACLI Dalmine e Il Porto onlus, con il sostegno di TENARIS Dalmine e Centro Volontariato Dalmine. L’ingresso sarà libero.

Infine, a Romano di Lombardia, alle 21, presso il Teatro della Fondazione Rubini sarà messo in scena «L’Austriaca» rappresentato dalla compagnia Teatro Telaio. Prodotta da Sabine Liselotte Uitz, quest’opera teatrale narrerà, in chiave personale ed intima, la storia di uomini e donne che sono state toccate dal fenomeno del fascismo attraverso un intreccio di storie presenti e passate. L’ingresso sarà libero.

 

 

 

 

 

Share.

1 commento

Lascia un commento