“Dentro le mura”: già 500 filmati raccolti per il docufilm sul covid-19 a Bergamo

0

“Dentro le Mura”: Bergamo ai tempi del Covid-19, il progetto nato per creare un docufilm sul periodo della pandemia a Bergamo ha già raccolto 500 filmati. Un contributo per tenere memoria del periodo dell’emergenza che ha colpito così duramente la nostra città, tra sofferenza e speranza. Bergamo si racconta “in prima persona” con i filmati e le testimonianze della sua gente per costruire una memoria collettiva.

I bergamaschi hanno caricato i loro filmati sulla vita in quarantena su dentrolemurabergamo.it da cui nascerà un vero e proprio archivio della memoria e un “docufilm della gente” fatto con i video girati e caricati dai bergamaschi stessi.

Il portale invita infatti a filmare la propria quotidianità al tempo e alla convivenza del Covid-19. Esorta a documentare come sia cambiato il modo di relazionarsi e a condividere dolori e sofferenze, ma anche messaggi di conforto e di incoraggiamento.

In quello che diventerà il “docufilm dei bergamaschi” si raccolgono video della Fase 1 che raccontino la quarantena all’interno delle “mura” domestiche e mostrino come l’ambiente della casa sia diventato ufficio, scuola, luogo di ritrovo virtuale con gli amici. E si raccolgono video della Fase 2 che diano voce all’emozione di una visita a un congiunto, del ritorno al lavoro, di una passeggiata al parco, recuperando il rapporto con la natura. In sostanza, di una graduale e prudente ripresa.

Uno scrigno di storie, una città che si racconta tra sofferenza e speranza. E’ Bergamo stessa a rivelarsi con il progetto “Dentro le Mura” – Bergamo ai tempi del Covid-19. I filmati e le testimonianze della sua gente diventeranno appunto archivio della memoria collettiva e soggetti di una narrazione documentaristica.

L’idea è del giovane regista Matteo Bini – classe 1983, da anni residente a Londra ma originario della provincia più colpita dal Coronavirus – insieme ad amici produttori, registi, autori, operatori, fotografi e giornalisti toccati da ciò che ha vissuto la bergamasca, tutti accomunati dalla volontà di mettere a disposizione la propria sensibilità e professionalità. Il progetto è coordinato da VatiVision in collaborazione con Officina della Comunicazione e Vetrya.

È grazie al supporto di Vetrya Spa che è nato il portale dove, da settimane, si caricano i contenuti digitali di chiunque voglia prendere parte all’iniziativa. È importante che i dolorosi mesi passati non vengano dimenticati, ma lo è altrettanto testimoniare la forza, la speranza, la resilienza di Bergamo che, nonostante il flagello del Covid- 19, sta cercando di rialzarsi con grande dignità.

Il progetto dentrolemurabergamo.it si impegna a riunire tutte le esperienze bergamasche in un racconto corale. Valorizzare storie individuali significa innanzitutto riconoscerne l’importanza all’interno della comunità di appartenenza. Non ci sono limiti di durata né di temi da affrontare.

Si legge sul sito: “Tutti, dentro le Mura della nostra città e delle nostre case, stiamo cercando conforto. Per questo vogliamo raccogliere le testimonianze del popolo bergamasco, non possiamo lasciare che tutto questo venga dimenticato. Condividere la nostra esperienza è un modo per cercare di trovare il senso di quello che accade, raccontare è il primo modo di fare alleanza e comunità. Il tuo contributo è molto importante”.

Share.

Lascia un commento