Viaggio nel campo rifugiati di Moria a Lesbo. Un incontro di BergamoFestival

“Quel che resta a queste donne è il loro corpo. Nel campo rifugiati di Moria a Lesbo”. E’ questo il suggestivo filo conduttore dell’incontro del Bergamo Festival Fare la Pace 2020 in programma giovedì 25 giugno alle 21 in diretta streaming sui canali social della manifestazione: su Facebook, Youtube. Si potrà seguire la serata anche collegandosi al sito web www.bergamofestival.it.

Un incontro al femminile, sia per il tema proposto sia per le protagoniste: ci saranno infatti Isabel Rueda dell’ONG spagnola Rowing Together, e la giornalista bergamasca Francesca Ghirardelli.
Questo incontro conclude la serie “Quel che resta del bene. Preview”, composto da quattro appuntamenti in diretta streaming promossi in attesa dell’edizione estiva di Bergamo Festival Fare la Pace che quest’anno si svolge dal 10 al 12 luglio nel Complesso Monumentale di Astino.
Isabel Rueda è coordinatrice ONG spagnola Rowing Together che gestisce il centro di assistenza ginecologica e di ostetricia di Moria a Lesbo. Racconterà la sua esperienza mettendo al centro le storie e le persone che ha incontrato, narrando anche l’umanità e la determinazione delle persone che assistono ogni giorno i rifugiati, tra lotta al virus e condizioni di vita impossibili.
Francesca Ghirardelli, giornalista freelance per numerose testate nazionali, ha realizzato numerosi reportage dai campi rifugiati di Lesbo. E’ autrice del libro “Solo la luna ci ha visti passare” (Mondadori) in cui narra il viaggio di Maxima, una giovane rifugiata siriana, che a 14 anni è stata costretta a fuggire dal suo Paese tormentato dalla guerra. Nel libro propone una testimonianza toccante di tutte le difficoltà che ha dovuto attraversare nel suo difficile percorso fino alla conquista della libertà e di una nuova vita in Europa.

 

Immuni_italia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *