Diocesibgbs_2023: programmi e iniziative per Bergamo Brescia capitale italiana della cultura 2023

Le iniziative delle diocesi di Bergamo e di Brescia per il grande evento sociale e culturale che le interesserà entrambe nel 2023 sbarcano sui social: una pagina Facebook e un account Instagram Diocesibgbs_2023 faranno da volano alle diverse iniziative e le racconteranno attraverso testi e immagini, in collaborazione con il sito della diocesi e gli altri media diocesani.

In occasione di “Bergamo Brescia capitale italiana della cultura 2023” sul tema “la città illuminata”, le due diocesi proporranno diverse iniziative lungo tutto l’anno, che si articolano attorno a quattro progettualità: 1. La cultura come cura; 2. La città natura; 3. La città dei tesori nascosti; 4. La città che inventa.

Le Diocesi di Bergamo e di Brescia si inseriscono insieme in questo solco: le quattro progettualità saranno declinate da uno o più uffici pastorali diocesani secondo la propria specifica sensibilità e competenza pastorale. Ci saranno progettualità condivise tra le due Diocesi, ma le proposte non saranno necessariamente speculari. 

All’interno di questo programma la diocesi di Bergamo ha inserito una progettualità ulteriore, legata alla Settimana della cultura che si svolgerà dal 15 al 23 aprile 2023: sarà l’occasione per invitare gli istituti e le associazioni culturali presenti nelle nostre parrocchie a esprimersi in un’iniziativa di animazione culturale dal basso (per saperne di più e candidare il tuo progetto clicca qui).

Numerosi i progetti in cantiere, alcuni dei quali prenderanno forma già nei prossimi mesi, come “La cultura come cura” a Bergamo, un convegno sulla bellezza della Carità nel contesto della “settimana del povero”, nel novembre 2022. Per quanto riguarda “La città Natura” l’anno prossimo incontri e mostre legati alla “Giornata del Creato” si svolgeranno nella zona del lago d’Iseo.

Saranno promosse anche iniziative dedicate in modo privilegiato ai giovani, legate fra l’altro al progetto “Le vie del sacro” di formazione e promozione dei beni culturali ecclesiastici. Si tratta di un percorso formativo e professionalizzante gratuito, per i giovani dai 18 ai 35 anni, affinché possano diventare soggetti competenti dell’animazione culturale e della progettazione di itinerari artistici locali.

La formazione prenderà il via in autunno e, oltre a una competenza abilitante che poi ritornerà e si riverserà nei bacini parrocchiali, per 40 di questi giovani potrebbe portare a un ruolo attivo e riconosciuto durante l’anno della cultura, proprio all’interno del progetto “Le città dei tesori nascosti”. Nasce inoltre dalla collaborazione fra le due diocesi una serie di approfondimenti sulle figure di Papa Giovanni XXIII e Paolo VI. Per mantenersi aggiornati su date, programmi e appuntamenti basterà seguire i profili social.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.