Molte fedi, una giornata per gli studenti dedicata all’incontro tra le religioni

Molte Fedi sotto lo stesso cielo, il progetto Fileo e la Cooperativa Ruah organizzano giovedì 27 ottobre alle 20.45 una giornata dedicata all’incontro e alla scoperta reciproca tra le varie confessioni religiose presenti su territorio della provincia.  

Questa giornata prevede che circa una dozzina di classi tra più istituti scolastici tra cui il Lussana, l’Alberghiero di Nembro, le scuole medie Orsoline di Bergamo, l’ABF di Trescore Balneario e l’Iss Falcone di Palazzolo sull’Oglio sono ospiti ciascuna di due comunità religiose diverse.

Ciascuna comunità ospitante, in totale autonomia, organizza un momento di presentazione e di dialogo con gli studenti. Le comunità religiose coinvolte saranno in particolare la Comunità dei Ravidassi di Cividino, la Comunità Valdese di Bergamo, Russia Cristiana a Seriate, la Chiesa Ortodossa di Romano di Lombardia, l’Associazione dei Musulmani di Bergamo, gli Hare Krishna di Chignolo d’Isola, e il Centro Buddhista a Villa d’Almè.  

«Si tratta di un’iniziativa che coinvolge territori e comunità religiose all’insegna dello stimolo reciproco – affermano gli organizzatori -. Quest’anno lanceremo anche un concorso fotografico su Instagram tra gli studenti partecipanti: dovranno realizzare un post su Instagram con l’hashtag #moltefedi22 e chi posterà la foto più rappresentativa vincerà una serie di premi tra cui un corso di 8 ore di fotografia giornalistica con una professionista che si terrà nei primi mesi del 2023». 

Venerdì 28 ottobre alle 20.45 presso la Chiesa di San Fermo sarà ospiteSilvano Petrosino, filosofo e docente dove insegna Teorie della Comunicazione e Antropologia religiosa e media. 

«Continua con Petrosino la sezione dedicata alla pertinenza antropologica della Bibbia – dichiara Daniele Rocchetti, presidente delle Acli di Bergamo -. Dopo l’approfondimento di Luigino Bruni sul profeta Geremia sarà la volta del profeta Osea. In particolare il focus sarà incentrato sul rapporto con l’idolatria: Petrosino cercherà di elaborare una teoria che pone la figura dell’idolo e la pratica dell’idolatria non in relazione con una determinata scelta del soggetto, ma più essenzialmente con il suo stesso modo d’essere. Ma soprattutto cercherà di proporre un’originale interpretazione della società dei consumi in rapporto al rapporto tra il profeta Osea e il popolo d’Israele». 

L’evento è sold out.  

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.