“La gioia del Vangelo!: la Parola corre sul web. Un’opera collettiva di lettura e ascolto

La Gioia del Vangelo

 “Evangelii gaudium”, “la gioia del Vangelo”, sono le prime parole del documento inaugurale del pontificato di Papa Francesco. Un documento la cui portata si sta rivelando feconda nel tempo.

Il nuovo papa colse immediatamente che la prima caratteristica del Vangelo di Gesù è quella di dare gioia, che sempre si rinnova nell’incontro con Lui. “La Gioia del Vangelo”, a cura del Servizio per il Primo Annuncio dell’Ufficio Catechistico diocesano di Bergamo, è finalizzato alla diffusione del Vangelo quotidiano via web: uno strumento semplice e immediato che permette a tutti di leggere e ascoltare la Parola del giorno, accompagnata da un piccolo commento audio e da un’immagine significativa.

Il commento, pur nella sua brevità, oltre che valorizzare la specificità del testo evangelico, mira costantemente al collegamento con la realtà, perché la Parola di Dio possa realmente dare forma all’esistenza concreta delle persone; a tal proposito, al termine del commento viene sempre suggerito un piccolo impegno inerente il Vangelo e il commento stesso, che permetta di vivere la Parola di quel giorno.

A offrire il loro contributo sono in molti: giovani, adulti, coppie di sposi, docenti di religione cattolica, seminaristi, sacerdoti, consacrate, presbiteri diocesani e il nostro Vescovo Francesco.

Da quando la proposta è attiva sul web, il responsabile del Servizio Primo Annuncio don Flavio Bruletti e i suoi collaboratori hanno lavorato con impegno e costanza per rendere “La Gioia del Vangelo” sempre più adatta al costante evolvere del mondo di internet.

I numeri, raccolti recentemente e condivisi con i collaboratori di questo servizio, sono confortanti. Ne cito alcuni che mi sembrano significativi. Dal 2020, hanno visitato il sito 1.224.000 persone e, negli ultimi 90 giorni (dati aggiornati al 10/10/2022), hanno visualizzato il servizio su Google 25.000 utenti del web.

A riguardo delle tipologie di utenti, il 2,4% proviene dall’estero, il 40% da Roma, Torino, Palermo, Bologna e Napoli, il 60% sono persone con meno di 35 anni di età, il 40% sono utenti della Regione Lombardia.

Circa 2500 persone seguono “La Gioia del Vangelo” quotidianamente, più di 8000 varie volte in un mese. La Parola corre sul web e raggiunge gli uomini e le donne tramite il sito, i social (Facebook, Instagram, YouTube, Twitter), il canale Telegram e le App disponibili sugli store di  Android e Huawei e, dal prossimo Avvento, anche Apple.

Molte persone hanno espresso il loro parere su “La gioia del Vangelo”, sottolineando la preziosità di un appuntamento quotidiano con la Parola di Dio, l’utilità di un piccolo commento che concretizza gli insegnamenti del Vangelo, la bellezza di una comunità viva che, pregando e ascoltando la Parola, contribuisce alla preghiera di tutti e ciascuno, grazie alla condivisione di commenti e pensieri ispirati dalla preghiera stessa.

Anche nelle mie comunità di Grumello del Monte e Telgate diverse persone seguono quotidianamente questo servizio, ed è bello incontrare persone che ringraziano perché la Parola li raggiunge ogni giorno.

Mi ha colpito il fatto che anche persone avanti negli anni, ma desiderose di essere al passo con i tempi, incontrandomi dopo la Messa, mi abbiano chiesto di mostrare loro dove cercare su YouTube il canale “Servizio Primo Annuncio-Bergamo” e, qualcuno, abbia chiesto come scaricare la App.

La Parola corre e necessariamente oggi deve correre attraverso quegli strumenti di comunicazione che sono di utilizzo quotidiano per le persone: il Vangelo, che parla agli uomini e alle donne di ogni tempo, deve essere annunciato con tutti i mezzi possibili, compresi quelli che i moderni strumenti informatici mettono a nostra disposizione.

Noi collaboratori siamo felici di questo servizio che, mentre preghiamo, ci permette di aiutare la preghiera degli altri: anche questo è uno splendido esercizio di fraternità.

  1. Mi piacerebbe sapere come fare per leggere tutti i giorni “la gioia de Vangelo”.
    É mi piacerebbe ricevere tramite email il vostro settimanale Diocesano.
    Vi ringrazio per il servizio che fate.
    Pace e bene.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.