Tutti i colori della lana: un allegro sciarpone per le feste

Dopo un’estate dedicata ai racconti popolari bergamaschi, ritorno ai miei consueti passatempi e in particolare all’hobby della maglia che mi dà sempre la gioia di creare. All’approssimarsi delle festività, ho pensato di proporre questo sciarpone molto caldo e colorato per offrire alla vista un senso di vivacità.

Lavorazione

  • Difficoltà: facile
  • Ferri: n. 5
  • Quantità filato: circa 750 m

Ho utilizzato il filato Pirouette della DMC, ne avevo acquistato due gomitoli (ogni gomitolo pesa 200 g per una lunghezza di 500 m), ma ne ho utilizzato uno e mezzo.

Il Pirouette è un filato elastico, molto appropriato per far esaltare il punto a coste à jours, tuttavia va bene anche un qualsiasi altro filato.

Punti impiegati.

Maglia legaccio: lavorare tutti i ferri a diritto

Punto a coste à jours: si lavora su un numero di maglie divisibile per 4

Primo ferro: lav.* 2 dr, 1 gett., un accavallato semplice *. Ripetere da * a * e per tutto il ferro.

Secondo ferro: lav.* 2 rov., 1 gett. a rovescio, 2 assieme a rovescio *. Ripetere da * a * per tutto il ferro.

Terzo ferro: ripetere dal primo ferro.

Per questo sciarpone ho avviato 70 punti tenendo conto di 5 punti a destra e 5 a sinistra per il bordo che ho lavorato a punto legaccio, mentre gli altri 60 punti, multiplo di 4, sono a coste à jours.

Una volta terminato l’ho lavato in acqua tiepida con poco detersivo per lana, tamponato in un asciugamano e messo ad asciugare disteso sopra uno stendino per dargli la forma.

Alla fine la sciarpa è diventata lunga 180 cm.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.