Mani in pagina: passeggiare, osservare, esplorare per allenarsi alla meraviglia

https://youtu.be/MAIDJE9iWdY

“Esci a fare quattro passi:/ prendi aria, ti rilassi/ mentre conti mi racconti/ quel che vedi, /quel che incontri”. Ci sono brevi poesie e tante fotografie in “Quattro passi” (Lapis) di Chiara Carminati e Massimiliano Tappari. Un libro molto raffinato, adatto ai bambini più piccoli ma intrigante anche per gli adulti. Offre una traccia per guardarsi intorno con occhi diversi durante una passeggiata e scoprire quanti elementi originali ci sono che normalmente passano inosservati: le maniglie delle porte, i campanelli, i cartelli stradali, le panchine, gli alberi, i fiori. Ogni pagina contiene un componimento poetico, che rappresenta anche un invito a cambiare punto di vista, a lasciare la fantasia a briglie sciolte. Un singolare allenamento allo stupore, anche per gli adulti.

Quanti animali, piante, fiori si possono scoprire in un bosco? Lo racconta in modo semplice e divertente “Come fa il bosco” di Cristina Bellemo (Il Castoro). I protagonisti sono due fratellini che vanno a passeggiare nel bosco con la mamma, scoprendone i suoni e le presenze: ci sono scoiattoli, rane, pesci nel torrente, le foglie secche scricchiolano sotto i piedi. Un punto di partenza singolare e interessante per suscitare la curiosità dei più piccoli.

La collana che ospita “Accipicchia” di Lluìs Farré (Fatatrac) si chiama Sognalibri: libri che fanno sognare, stimolano la curiosità e la fantasia. Con le pagine di cartoncino robusto, adatte ai più piccoli, e illustrazioni poetiche. Un uccellino trova nel prato un uovo abbandonato, e decide di prendersene cura, tenendolo al caldo. Intanto fantastica su quale specie di uccello potrebbe contenere: si chiede se sarà “piccolo e sveglio” come lui, oppure canterino come l’usignolo, elegante come il fagiano, rapido come le rondini. L’uccellino fantastica sul futuro, su ciò che lui e il pulcino che nascerà potranno fare insieme. Alla fine, però, avrà una grande sorpresa. Un libro che invita a non dare mai niente per scontato, a osservare, capire, cercare. E offre uno sguardo molto sorridente sulla realtà.

Si chiude con un elastico, come un taccuino oppure un erbario “Esploro la natura” di Manuela Ruaben, con “30 avventure adatte a tutte le stagioni” pubblicato da Erickson nella collana “Green”. L’autrice propone una serie di esperienze raggruppate per ogni stagione, fatte per sviluppare la sensibilità ambientale dei giovani lettori e per potenziare le capacità di osservazione e di esplorazione della natura. Ci sono anche tante indicazioni concrete per condurre le esplorazioni in modo corretto e sicuro. Per ogni stagione il libro offre una ricetta, qualche suggerimento su ciò che si può osservare e indicazioni concrete per attività e laboratori da realizzare all’aria aperta. Ci sono anche tanti spazi per personalizzare il libro raccogliendo foto e annotazioni sulle proprie esplorazioni.

Si concentra sui dettagli, i particolari apparentemente trascurabili “Paesaggi a caso” (Lapis) di Alessandro Sanna e Melania Longo, coppia sia nell’arte che nella vita. Un calorifero, un bottone, il dettaglio di un oggetto diventano paesaggi inaspettati di grande fascino, con una tecnica mista di illustrazione, fotografia e collage, sempre accompagnati da pensieri poetici che invitano ad aguzzare lo sguardo e scoprire la meraviglia anche negli oggetti più semplici che si trovano nelle stanze della propria casa. Anche questo libro offre mille piste di esplorazione, partire da sé per guardare il mondo con occhi diversi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.