Almenno San Salvatore: animatori del Cre come segno di speranza

È arrivata l’estate e gli oratori hanno iniziato a muovere i primi passi nel VIAVAI del Cre. Passi che sono possibili grazie a tante comunità che si fidano e affidano i più piccoli agli adolescenti, cuore pulsante di ogni esperienza estiva. Domenica scorsa, gli animatori e i coordinatori dell’oratorio di Almenno San Salvatore hanno ricevuto il mandato durante la messa domenicale di fronte a tutta la comunità.

Il giorno dopo, il Cre ha preso ufficialmente il via nell’oratorio di Almenno San Salvatore. Accoglienza, giochi d’acqua per combattere il primo caldo, gite in montagna, balli e animazione hanno colorato gli spazi dell’oratorio e non solo. Una grande macchina che ogni anno riesce a mettersi in moto grazie a tanti adolescenti e giovani volenterosi che accolgono la responsabilità del prendersi cura di bambini e preadolescenti.

Nella messa di mandato, preparata e animata da giovani e adolescenti, è stato sottolineato l’impegno dell’essere animatore e coordinatore: non un passaggio autonomico, ma un incarico di cui prendere piena consapevolezza. Questo momento è stato scandito da tre domande: “Volete ricevere il mandato per essere animatori e coordinatori?”, “Siete disposti ad essere fedeli all’impegno preso?” e -in particolare per gli animatori- “Desiderate coltivare la collaborazione con don e coordinatori nella fiducia della comunità?”. Il tutto si è concluso con l’augurio “Dio vi faccia crescere nel vostro servizio” pronunciato da don Lorenzo Testa, in servizio nella parrocchia di Almenno San Salvatore.

“Per la comunità vedere tanti giovani e adolescenti disposti a mettersi in gioco -racconta don Lorenzo- è una testimonianza di speranza. Sono fonte di gioia e ricchezza per il nostro futuro ed è una sensazione che gli adulti mi hanno rimandato anche al termine della messa domenicale”. La stessa sensazione con cui adolescenti e giovani hanno aperto i cancelli per il primo giorno di Cre e che li accompagnerà lungo tutto il cammino perché consapevoli della fiducia che è riposta in loro.

Guardando l’impegno con gli occhi dei protagonisti, è possibile scorgere come il mandato sia un momento sentito nell’oratorio di Almenno San Salvatore. “Grazie a questo appuntamento – conclude don Lorenzo- animatori e coordinatori riescono a scendere in profondità insieme. Il mandato aiuta ad andare oltre il divertimento e gli dona senso. È un modo per far percepire loro tutta la bellezza e la forza di questa presa di responsabilità. Dietro al loro spendersi ci sono delle famiglie che affidano ciò che hanno di più prezioso alla comunità che, a sua volta, investe i più giovani di una fiducia preziosa. Facciamo emergere tutta la bellezza di questa testimonianza di speranza che riguarda tutti: piccoli, grandi, giovani e adolescenti”.

In questo VIAVAI del Cre che può sembrare frenetico e forse un po’ automatico, fare una pausa per dirsi “Andiamo, camminiamo insieme!” è un gesto che non dà nulla per scontato e rimette al centro il servizio delle giovani generazioni di Almenno San Salvatore. Mai soli, ma con una comunità ricca di fiducia e Qualcuno di più grande pronto a sostenere ogni passo di crescita indicando il sentiero della vita.