Da Klagenfurt a Bergamo per scoprire nuovi orizzonti: il diario di Giulia, volontaria Sve con Aeper

0

Torna la rubrica “Vieni via con me”, che presenta racconti di giovani impegnati nell’anno di volontariato internazionale (Sve) in collaborazione con Gruppo Aeper. Giulia, autrice del “diario” di questa settimana, è appena arrivata da Klagenfurt, in Austria, e presta servizio nelle Politiche Giovanili di AEPER grazie al progetto STAND BY ME, finanziato da Erasmusplus che porterà 4 giovani volontari in AEPER nei prossimi due anni.
Giulia come Marius, che sta vivendo questa esperienza a Bergamo già da qualche mese, affianca le figure educative nei progetti di Mapello, Ambivere e Valtrighe in collaborazione con le Parrocchie, ma dedica parte del suo tempo all’elaborazione di un progetto individuale, all’esplorazione di tutto il panorama delle politiche giovanili di AEPER e alla scoperta delle possibili forme di autoimpiego accessibili a giovani creativi.

Mercoledì 6 febbraio sono arrivata a Bergamo. Rosita Poloni di Aeper e Marius, un ragazzo che sta svolgendo il servizio volontario europeo mi sono venuti a prendere dalla stazione. Dopo otto ore di treno sono stata felice di incontrate loro due. Siamo andati nell’ufficio, ho mangiato un piatto di pasta con loro e Rosita mi ha spiegato le cose più importanti del mio soggiorno qui. La sera siamo andati in Città Alta per mangiare un dolce e bere un caffè. Anche il mio arrivo nell’appartamento dove risiedo ora è stato bello. Ho incontrato Fabiana, la mia coinquilina. Quindi in questo alloggio siamo in tre, Marius, Fabiana ed io. I primi giorni sono stati molto tranquilli. Intanto tutta la mia prima settimana è stata tranquilla. Ho partecipato con Marius ai progetti che segue lui, all’oratorio e nelle ludoteche. Mi serve ancora un po’ di tempo per ambientarmi, ma sono sicura che i prossimi mesi saranno belli.

 

Seguitemi su Instagram: sve.standbyme

Share.

Lascia un commento