Molte fedi, informazione e post verità. Incontro con Nando Pagnoncelli e Monica Maggioni

Pensiero, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Il sottile crinale e la possibile scelta tra il pubblicare determinate notizie, l’analisi del sistema informativo, l’influenza che i social hanno nel processo di formazione delle opinioni. Sono solo alcuni dei nuclei nevralgici di cui parleranno Nando Pagnoncelli, amministratore delegato di IPSOS Italia e Monica Maggioni, giornalista e attuale direttrice del TG1, venerdì 25 novembre alle 20.45 presso l’ex chiesa di Sant’Agostino.  

«Noi pensiamo che comunicare significhi dire qualcosa a qualcuno, ma comunicare vuol dire prima di tutto ascoltare – afferma Daniele Rocchetti, ideatore della rassegna -. Oggi in quella che potremmo definire un’infosfera viviamo la tensione tra la demonizzazione dei nuovi mezzi di comunicazione e la fagocitazione di informazioni. Nel modo in cui ci approcciamo a quanto ci viene detto e a quanto ascoltiamo è in gioco la formazione delle opinioni, è in gioco il modo di pensare e di agire. Si tratta di uno snodo decisivo: rielaborare ed interpretare i dati che ci vengono forniti è un compito ineludibile per la costruzione del singolo e della città di tutti. Pagnoncelli e Maggioni sono sicuramente due esponenti lucidi della realtà comunicativa italiana».  

Sono ancora disponibili gli ultimi biglietti sul sito della rassegna, www.moltefedi.it 

Sabato 26 novembre alle 8:00 del mattino l’ultima meditazione di Don Davide Rota sulla figura del patriarca Abramo. Dopo aver approfondito il viaggio e la migrazione di Abramo, il superiore del Patronato San Vincenzo prenderà in esame il sacrificio di Isacco e le risonanze che ne scaturiscono. A seguire la colazione offerta dal Circolo ACLI di Mozzo. 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.