Notturno a Olera

1

Una notte ad Alzano Lombardo sulle tracce di Fra’ Tommaso da Olera. Una notte per camminare, pregare e pensare insieme: è questo il cuore dell’iniziativa “Santi per vocazione” promossa dai giovani di Azione Cattolica per il 19 ottobre.

L’appuntamento è alle 19 al Convento dei Cappuccini di Bergamo (via Cappuccini, zona Sant’Anna). “Abbiamo iniziato questo percorso – spiega l’assistente don Flavio Bruletti – l’anno scorso con un pellegrinaggio notturno da Sotto il Monte fino alla Cattedrale, per ricordare l’anniversario del Concilio Vaticano II, sulle tracce di Papa Giovanni. In quell’occasione avevamo camminato per tutta la notte e avevamo concluso all’alba con la Messa del vescovo in Duomo. Secondo lo stile di Azione Cattolica la santità è accessibile a tutti, è la vocazione di ogni cristiano, è un cammino che si realizza nell’ordinarietà della vita quotidiana. Il pellegrinaggio permette di mettersi sulle tracce di alcuni santi particolari, di scoprirne le qualità e di farle proprie.

FRA’ TOMMASO DA OLERA

Quest’anno a Bergamo c’è stata la beatificazione di Fra’ Tommaso da Olera e la prima impressione è stata che sia passata un po’ inosservata, soprattutto tra i giovani. Per questo il nostro appuntamento ci è sembrato un’occasione per mettere un po’ più in luce questa figura. Fra’ Tommaso era un laico seppure consacrato e nella famiglia dei francescani>. Il pellegrinaggio segna, come ogni anno, l’inizio dell’anno pastorale e dei cammini di Azione Cattolica, ma è aperto a tutti i giovani delle aggregazioni laicali, di gruppi e parrocchie. <È decisivo – spiega don Bruletti – il momento che abbiamo scelto, la notte, perché è il tempo dei giovani, un tempo speso talvolta in luoghi che si guardano con sospetto ma che può invece essere caricato di possibilità e di senso>. Il percorso a piedi è di circa undici chilometri. Si comincia alle 19 nella chiesa del Convento dei Cappuccini con un momento di preghiera e di riflessione alla presenza del vicario generale monsignor Davide Pelucchi. È prevista una tappa intermedia all’oratorio di Torre Boldone, dove saranno proiettati alcuni brani del documentario della diocesi su Fra Tommaso da Olera per conoscere meglio questo beato. A mezzanotte Messa nella chiesa parrocchiale di Olera, e poi il rientro in bus navetta. Di Fra’ Tommaso, conclude don Bruletti, <Ci hanno colpito la mitezza e l’umiltà, che non era ignoranza ma sapienza del cuore. Era un uomo intelligente, a differenza dei contemporanei aveva studiato ma rendeva comunque ragione della sua fede senza alcuna arroganza, con semplicità. È un messaggio che anche Papa Francesco consegna continuamente ai giovani>.

Share.

1 commento

  1. Avatar
    Cesarina Micheli on

    Buongiorno a tutti,
    grazie alla redazione per questa possibilità preziosa!
    Mi permetto di ricordare che le iscrizioni restano aperte e che la sosta verrà effettuata all’Oratorio di Nese, anziché di Torre.

    Auguro a tutti voi buon lavoro, perché questo divenga sempre più strumento di comunione per la nostra Chiesa.

    buona domenica

Lascia un commento