Le giovani vite raccontate da suor Laura. Il mondo a colori di Marianna Boccolini

“La pace, la gioia e la bontà iniziano nei piccoli luoghi, iniziano da noi” scriveva Marianna Boccolini, nata a Narni nel 1992 e morta nel 2010 a 18 anni in un tragico incidente stradale. Nel breve periodo in cui è passata nel mondo ha lasciato una traccia profonda in tutte le persone che l’hanno conosciuta. Ne parliamo attingendo alle “vite fiorite” raccolte da Suor Laura Fontana e presentate sui suoi canali social, raccogliendo riflessioni e commenti. Suor Laura fa parte della congregazione delle Sacramentine, vive a Bergamo. È anche un’insegnante e nel tempo ha realizzato con impegno la sua vocazione educativa: non solo dal vivo accanto ai ragazzi delle scuole ma anche nel mondo dei social network. Ha vivaci profili social attraverso i quali offre quotidianamente agli “amici virtuali” spunti interessanti di riflessione, e raccoglie le reazioni e i commenti di chi legge come arricchimento per tutti. Ognuna delle sue “vite fiorite” porta scoperte interessanti che possono attecchire come semi nei cuori di chi legge.

Si sente il profumo della primavera leggendo le pagine del libro «Un mondo a colori». Immergendosi nel racconto si vede sbocciare un fiore: è come se Marianna si sedesse accanto, per narrare e spiegarsi. Non si avverte nessuna distanza dal testo. Si precipita in un dolore che man mano si trasforma nel mistero dell’Amore di Dio e della sua presenza.

Se non si è conosciuta prima, si può incontrare Marianna nella sua gentilezza d’animo e nella sue profondità spirituali. Ci si rende conto di questo: la sua vita è stata una Grazia che ci supera. E continua ad esserlo. Non resta che scoprilo e benedire. Perché Dio dona l’impensabile, lasciando alla meraviglia l’ultima parola.

Marianna a questo ci invita: “Preghiamo Dio di farci sentire diminuiti di ogni morte nel mondo, di farci sentire partecipi  della sofferenza altrui”».

Il suo messaggio sta contribuendo alla conversione dei cuori e, divenuta una compagna di viaggio per tanti, intercede nella comunione dei Santi presso Gesù, per coloro che la pregano e la ricordano con il cuore. Con indosso l’abito da sposa, riposa in una cappella.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.