C’è una virtù, perché tale può definirsi, che non è stata annoverata fra le cardinali e forse non ha mai ambito ad esserlo. È la virtù della tenerezza, un’attitudine mite, un modo d’essere, una propensione di accoglienza dell’altro che passa attraverso un alfabeto nascosto di gesti ed espressioni. Leggi di più