#Propagalaluce: a Nembro la quaresima è social. Sulle tracce di testimoni “speciali” su Youtube

0

Il dossier di questa settimana è un collage composito di iniziative messe in campo da oratori e parrocchie per la quaresima. Il tema forte scelto da molti è la tavola, in sintonia con la lettera pastorale del vescovo Francesco Beschi, che quest’anno si concentra sull’Eucarestia, ma ognuno lo declina in modo originale, come si può capire anche da questi articoli, che pure offrono solo un assaggio di quello che sta accadendo in questo periodo nelle comunità diocesane. Cominciamo però da un percorso un po’ particolare, quello di Nembro, segnato dall’ordinazione di un prete novello della parrocchia, in programma per il prossimo 30 maggio. E vi invitiamo a scriverci e a segnalarci le iniziative delle vostre comunità. Continueremo a raccontarle (nella rubrica dedicata alle parrocchie) nelle prossime settimane, fino a Pasqua.

Ha anche un hashtag, #Propagalaluce, il percorso di Quaresima scelto dall’oratorio di Nembro. Quest’anno ha a che fare con le vocazioni perché per il 30 maggio è in programma l’ordinazione di don Stefano Siquilberti, originario di questa parrocchia, che sta ultimando in questi mesi la sua preparazione in Seminario. È un momento speciale che così si trasforma in un segno per tutta la comunità, nell’anno dedicato, fra l’altro, alla Vita consacrata.

«La sua vocazione – spiega don Matteo Cella, direttore dell’oratorio, nella lettera di presentazione del cammino – è parte della storia della nostra comunità ed è servizio alla chiesa alla quale apparteniamo tutti. I valori che il sacerdozio esprime e che don Stefano incarna con uno stile fatto di simpatia e grande attenzione a tutte le persone sono un grande patrimonio di umanità che deve vederci ammirati e felici».

La «stella» che l’oratorio di Nembro segue quindi in questo periodo quaresimale, «Un tempo per ascoltare, scegliere e cambiare» è quella delle vocazioni partite da Nembro. Don Matteo e i catechisti della parrocchia hanno già avviato una campagna massiccia sui social network: hanno raccolto alcune video-testimonianze e le stanno mettendo in circolo (una alla settimana) attraverso il canale Youtube dell’oratorio e la bacheca di Facebook. La prima intervista è a suor Maria Letizia, suora di clausura nel convento delle clarisse di Bergamo, che racconta cosa significa per lei, ogni giorno, «lasciarsi affascinare dal Signore» e far diventare il Vangelo parola viva.

Così l’attenzione viene richiamata non solo sui «fioretti» e sulle rinunce che normalmente accompagnano la quaresima ma «sulla libertà che rende capaci di scegliere il bene anche quando costa impegno e fatica».

Il progetto continua il percorso fatto durante l’avvento con i video girati con il prossimo prete novello Stefano Siquilberti: «Il nostro Siqui diventa don Stefano» dicevano. E raccontavano, in modo spigliato e divertente, il percorso di Stefano in Seminario fino all’ordinazione diaconale e agli ultimi mesi di attesa prima di diventare prete.


 

Ora, in quaresima, ogni ragazzo è chiamato a costruire, settimana dopo settimana, la propria “stella”. L’invito a incontrarsi e a dialogare a partire dalla Parola di Dio è rivolto anche agli adulti, ogni sabato, mentre gli animatori fanno da “baby-sitter” ai bambini all’oratorio.

Altre informazioni sul sito dell’oratorio: http://www.oratorionembro.org/

Share.

Lascia un commento