Merenda millefrutti: un paesaggio da sogno, e per di più si mangia

0

La frutta è un ingrediente molto interessante: ha bellissimi colori, si può scegliere di comporre, con abbinamenti inediti, sinfonie di sapori diversi. I grandi chef insegnano. Jeab, poi, thailandese d’origine e bergamasca di adozione, può contare su uno speciale stiletto con il quale ricava dalla polpa delle vere e proprie sculture, seguendo i metodi tradizionali del suo Paese nativo e mescolandoli con il gusto e le ricette italiane. Piccole opere d’arte “fusion”, che non ci si stanca mai di ammirare, tanto più che poi si possono mangiare. Dalla tradizione dell’intaglio alle composizioni che offrono al cibo un valore aggiunto, la bellezza e l’originalità della composizione, il passo è stato naturale, anche se non necessariamente breve: Jeab studia, ricerca, ama cercare diverse varianti delle ricette.  Appassionata di cucina fin da bambina, insegnante di lingua Thai, ha iniziato a sperimentare nuovi piatti da quando abita in città: “E ho iniziato – sottolinea sorridente – guardando le trasmissioni dedicate alla cucina alla televisione, che fra l’altro mi era utile anche per imparare l’italiano. Cucinare, poi, è un’attività molto piacevole e rilassante”. I piatti di Jeab che presentiamo nella nostra rubrica sono dedicati in particolare alla bambina di Jeab, che a settembre incomincerà ad andare all’asilo. Una bimba che (come tanti suoi coetanei) non ha un ottimo rapporto con il cibo: “Non è una mangiona – spiega con un sorriso – ed è molto selettiva. A seconda del momento e dell’umore, mangia solo quello che le piace”. Una sfida impegnativa anche per una mamma giovane e creativa come Jeab, che si è impegnata molto per sorprendere la sua piccola al momento del pasto, rendendolo piacevole e speciale. “Vorrei anche – spiega – che la mia bambina si abituasse a mangiare di tutto, verdura e frutta compresa”. E questa volta al centro del piatto che vi presentiamo c’è proprio la frutta: una merenda piena di vitamine. Jeab si muove con disinvoltura dalle ricette tradizionali bergamasche e lombarde a quelle di cucina “fusion” che uniscono anche ingredienti e sapori asiatici. Per realizzare i suoi piatti speciali per bambini ha messo insieme i consigli degli specialisti per la dieta dei più piccoli, e poi alla scelta di ingredienti semplici e sani ha affiancato una presentazione creativa. “Ho scambiato alcune idee con altre mamme nei forum internazionali su internet” spiega. La potenza della fantasia e della connessione globale, ben dosate, unite all’amore per la sua piccola, fanno nascere sulla tavola dei piccoli capolavori, accolti ogni volta con grandi sorrisi, occhi sgranati dalla sorpresa, e un appetito più “robusto”, con grande soddisfazione di Jeab.

Anche in questo caso gli ingredienti sono facilmente reperibili e il procedimento è molto semplice. Ma ci vogliono tempo, pazienza, una particolare cura nella disposizione degli elementi sul piatto. Vale la pena di provare.

La merenda

Ingredienti

Arancia, fragola, uva, mela, mirtilli rossi secchi, cornflake, una caramella di miele

Come si fa 

1. Tagliare l’arancia a forma di fiore, il sole e poi le fragole a forma di cuore, la mela a forma di nuvole/cuore/uccellino

2. Al centro di ogni fiore di arancia si mette un mirtillo rosso secco, poi per i gambi si usano delle bacchette sottili di mela con la buccia (ben lavata), per ognuna delle foglie ci vuole un acino d’uva tagliato a metà, per l’erba sotto i fiori si usa la mela

3. Per il sole si usa ancora l’arancia e si può completare la decorazione mettendo in mezzo una caramellina di miele (o una gelatina)

merenda
Share.

Lascia un commento