Né sdraiati né bamboccioni. Basta retorica: i giovani sanno fare arte

0

La retorica ricorrente sui “giovani d’oggi” senza idee e valori può produrre due effetti: far perdere la voglia anche a chi ce l’ha oppure, al contrario, stimolare i curiosi verso nuove possibilità. Luca Andreini, 17enne studente all’istituto tecnico con una grande passione per la scrittura, ha scelto la seconda strada. «Ero stufo di sentir parlare male della mia generazione e così mi sono inventato I giovani sanno fare arte per dimostrare a tanti che si stanno sbagliando». L’obiettivo di questa aggregazione, nata nel 2013, è appunto promuovere eventi d’arte pensati, realizzati e diretti proprio da loro, a partire dallo spettacolo teatrale con cui, nell’aprile scorso, hanno fatto il loro esordio all’oratorio di Boccaleone. «Si intitolava proprio Perché i giovani sanno fare arte» spiega Luca «e mostrava ciò in cui crediamo» Visto il successo, tutto il gruppo – oggi composto da circa 20 ragazzi tra i 14 e i 18 anni – è al lavoro verso un nuovo progetto, ancora più ambizioso: «A febbraio porteremo in scena un nuovo testo, Sognando vivi, al Cineteatro Gavazzeni di Seriate». La data della prima non è ancora stata ufficializzata, ma si tratterà «di un romanzo sui sogni, con una critica all’uomo che non riesce più a farlo». Le prove (una volta alla settimana, visti gli impegni scolastici) partiranno a settembre, ma tutti i componenti del cast hanno alle spalle corsi di teatro e, in un caso, canto. Luca si occupa del copione, ma anche degli aspetti organizzativi. «Gli incassi dello spettacolo di febbraio» sottolinea «andranno all’associazione benefica Piccoli passi per, che offre aiuto a chi vive un disagio psichico». Per la buona riuscita dell’evento, poi, è fondamentale anche farsi conoscere: per questo si sta organizzando un probabile tour in alcune scuole prima dello spettacolo e una conferenza stampa a gennaio. Immancabile, poi, il coinvolgimento dei social, attraverso le pagine Facebook e Instagram (@igiovanisannofarearte) del gruppo.

Luca Andreini e gli altri, insomma, promettono davvero di mostrare a tutti che “i giovani sanno fare arte” (e spirito di gruppo) con talento, idee chiare e decisione.

ragazzifannoarte ragazzifannoarte2 ragazzifannoarte3 ragazzifannoarte4 ragazzifannoarte5

Share.

Lascia un commento