La Valle Brembana ha i numeri per la Gmg di Cracovia: 156 ragazzi, 3 pullman, due curati e cinque parroci

0

Centocinquantasei ragazzi, tre pullman, due curati e cinque parroci. Sono i numeri della Valle Brembana alla Gmg 2016 di Cracovia. A snocciolare dati e programmi è don Giovanni Algeri, incaricato per la pastorale giovanile nelle 19 parrocchie dell’alta Valle Brembana. «La Gmg è un’esperienza di fede universale – dice don Giovanni – e come sacerdoti della Valle, già impegnati con altre attività in rete tra le parrocchie della zona, abbiamo deciso di vivere anche questa esperienza insieme. I ragazzi provengono dalle parrocchie di Zogno, della Val Serina, di San Pellegrino Terme, di San Giovanni Bianco, di Camerata Cornello e dell’alta Valle. A loro abbiamo dedicato tre incontrati itineranti durante l’anno: uno di formazione con Daniele Rocchetti riguardo ad Auschwitz e la Shoah, uno di preghiera attorno alle figure spirituali della Polonia, come il Santo Giovanni Paolo II, Massimiliano Kolbe e la Madonna di Częstochowa, mentre una terza serata è stata dedicata a tornei sportivi con l’obiettivo di far socializzare tra  loro i ragazzi».

Ai giovani della Val Brembana si unirà un gruppo di 17 ragazzi della parrocchia di Villa d’Adda. I tre pullman partiranno domenica 24 luglio e aderiranno alla terza proposta della nostra diocesi, quella di una settimana a Cracovia con la visita ad Auschwitz il 1° agosto e il rientro previsto per la mattina del giorno successivo. «Seguiremo il programma proposto dalla Diocesi, con una tappa aggiuntiva – precisa don Giovanni -: i giovani brembani visiteranno la città di Vienna domenica pomeriggio e raggiungeranno nella mattinata di lunedì gli altri coetanei bergamaschi».
Qualcuno dei ragazzi è la prima volta che partecipa alla Giornata Mondiale, mentre tra i don è “sfida aperta” per le maggiori presenze. Don Giovanni era presente ai raduni mondiali di Denver, Roma, Colonia e Madrid, ma a superarlo di gran lunga è un altro accompagnatore: il parroco di Branzi, don Alfio Signorini, che non era presente a Madrid ma ha partecipato, oltre a quelle elencate sopra, alla prima Gmg a Parigi e a quelle di Sidney e Toronto. Mentre il parroco supera 7 a 5 il curato, ci si chiede quali e quanti sentimenti ed emozioni vinceranno nel cuore e nei ricordi dei ragazzi: incontri, amicizie, abbracci, preghiere, sguardi, silenzi, danze, meditazioni, canti e sorrisi…

Share.

Lascia un commento