Alzano scopre i suoi capolavori in un ciclo di visite guidate, tra arte e storia

0

Alzano Lombardo apre le porte ai visitatori con un ciclo di visite guidate per far scoprire i suoi tesori storici e artistici: grazie ai percorsi a tema organizzati dall’Assessorato alla Cultura e Istruzione. Durano in media circa due ore, la maggior parte è a ingresso libero, le visite sono divise per temi e dislocate nei fine settimana da settembre fino a dicembre.

La chiesa di impianto trecentesco contenente opere tra il ‘500 e il ‘900, la Basilica di San Martino V., capolavoro del barocco lombardo con le opere di Andrea Fantoni e di Giovan Battista Caniana, i cicli iconografici seicenteschi del Palazzo Comunale e un edificio del secondo dopoguerra da dove guardare lo skyline di Alzano. Sono questi alcuni dei luoghi di interesse storico e artistico che attraverso le visite a cura degli operatori culturali di Alzano Lombardo e dell’Assessorato alla Cultura e Istruzione, i visitatori potranno conoscere e riscoprire grazie a questo ciclo di appuntamenti. Ecco di seguito il programma delle visite guidate:

CHIESA DI SAN PIETRO MARTIRE

Sabato 17 settembre 2016 ore 16

Ritrovo ore 16 Chiesa di San Pietro via Provinciale – Durata della visita: 1 ora circa

In occasione della festa dell’Addolorata, particolarmente venerata in questa chiesa di impianto trecentesco, si potranno ammirare opere significative realizzate tra il ‘500 ed il ‘900 in un contesto storico tra i più antichi ed importanti per la comunità alzanese.

RI-SCOPRENDO ALZANO. ITINERARIO TRA I LUOGHI DELL’ARTE, STORIA E LAVORO

Sabato 1 ottobre 2016 – Sabato 5 novembre 2016

Ritrovo ore 15 al Municipio di Alzano (via Mazzini 69) – Durata della visita: 2 ore circa.

Biglietto di ingresso ridotto al Museo d’Arte Sacra e Sacrestie della Basilica: 2 euro.

ITINERARIO: Dal Palazzo Comunale, ex residenza dei Conti Pelliccioli dal Portone riformata tra Otto e Novecento, con cicli iconografici seicenteschi di grande interesse, si prosegue attraverso il centro storico fino al ‘Porteghet’, antico broletto. Si raggiunge la Basilica di San Martino V., capolavoro del barocco lombardo, per visitare le Sacrestie con opere straordinarie di Andrea Fantoni e di Giovan Battista Caniana. Il Viale Roma collega con Alzano Sopra: emergono le permanenze di quello che fu il glorioso primo stabilimento dell’Italcementi, oggi monumento di archeologia industriale. L’edificio occidentale, ristrutturato, ospita una collezione di opere contemporanee, ALT (Arte Lavoro Territorio), visitabile.

BORGO DI OLERA (3 km da Alzano)
Domenica 2 ottobre 2016 ore 16 – Domenica 6 novembre
2016 ore 15 – Domenica 4 dicembre 2016 ore 15
Ritrovo in piazza Fra Tommaso Acerbis – Durata della visita: 1 ora e mezza circa
ITINERARIO: Dalla piazza intitolata al Beato Fra Tommaso da Olera, attraverso il borgo medievale
si raggiunge la chiesa parrocchiale che custodisce lo splendido polittico quattrocentesco
opera di Cima da Conegliano, oltre ad altre pregevoli opere d’arte. Sono parte del percorso anche
le antiche chiesette della Trinità e di San Rocco.

ALZANO DALL’ALTO DEL SUO “GRATTACIELO”

Sabato 15 ottobre 2016 (in caso di pioggia la visita verrà rinviata a Sabato 22 ottobre), ore 15 e ore 16 Ritrovo ore 15 e ore 16: Grattacielo via Roma 17 – Durata delle visite: 1 ora circa

Un panorama mozzafiato dall’alto di un edificio del secondo dopoguerra che oggi caratterizza lo skyline di Alzano. E’ possibile individuare monumenti e chiese nel centro storico di Alzano e nel circondario all’imbocco della Valle Seriana.

EX CONVENTO DI SANTA MARIA DELLA PACE
Domenica 9 ottobre 2016 ore 15,30 – Sabato 19 novembre2016 ore 15,30
Ritrovo presso Chiesa di Santa Maria della Pace, via Martino Zanchi – Durata della visita: 1 ora circa
Ex complesso conventuale francescano di fondazione cinquecentesca, oggi parte integrante
dell’Ospedale Pesenti-Fenaroli, ospita dipinti murali di grande interesse e altre opere di valore
nella chiesa, mentre nel chiostro si conservano un raro esempio di meridiane a riflesso, risalenti
al 1749.

Le visite sono gratuite, salvo dove diversamente specificato, e non necessitano di iscrizione.

 

Share.

Lascia un commento