«Il suono del legno». Ad Astino melodie antiche con un duo chitarra e salterio, tra poesie e sculture

0

Prosegue l’estate di Astino, con le note antiche di un particolare duo. Mercoledì 14 Settembre 2016, presso il Refettorio del complesso monasteriale alle 21 è in programma il concerto «Il suono del legno». Davide Bortolai, chitarra, accompagnerà Alberto Foresti; il quale farà rivivere le magiche note antiche di un tipo di cordofono in uso nel IV sec. a.C. : il salterio. Dopo aver suonato sempre con il compagno di duo strumenti quali clavicembalo e pianoforte, Alberto Foresti si è poi avvicinato al salterio, cercando in esso un possibile antenato del suo amato pianoforte.Questo cordofono deriva direttamente dal più antico strumento a corda della storia umana: il monocordo, sul quale Pitagora eseguiva le sue importanti sperimentazioni acustiche. Attorno al IV secolo avanti Cristo, la presenza del salterio è attestata nella pratica liturgica, nelle sue tipiche varianti esecutive: a pizzico, a percussione tramite bacchette e ad arco. Questo strumento fa parte della famiglia delle cetre  ed è stato suonato molto spesso durante le celebrazioni liturgiche; il suo timbro etereo ha da sempre accompagnato le meditazioni spirituali soprattutto in ambito cristiano e non solo.

Ma il suono del legno non è solamente nel salterio; il programma della serata prevede anche l’incontro con le sculture lignee di Franco Kummer, le poesie sul legno di Michele Sangineto e di Alda Merini hanno ispirato infine, il titolo del concerto, che bene riassume la ricerca musicale ed estetica del duo.

Programma della serata

«Antidotum Tarantulae» di Anonimo del XVII secolo – raccolto da Athanasius Kircher

«Alles ist in Gottes segen» BWV 263 (J.S. Bach 1685-1750)

«Wie shon leuchtet der Morgenstern» BWV 1 (J.S. Bach 1685-1750)

«De Noche» trad. spagnolo (Taizè)

«El» brano per chitarra sola di Davide Bortolai

«Ungarescha» (Giorgio Mainerio Sec.XVII)

«Stella Splendens» (dal Libro Rosso Di Monserrat Sec. XIV)

«Canto Armeno (Anonimo – provenienza non attribuita)

«Lamento Di Tristano e sua Rotta» (Anonimo XIV secolo)

«Ha Tiqua – La Speranza» (Antica Melodia Ebrea-Italiana Del XVI secolo)

«Koenigstanz» (Anonimo Del XVII Secolo – T. Susato)

«Aura Personet Lyra» – (attrib. Fulbert De Chartres XI secolo)

«Tema Della Follia» (libero adattamento di Anonimo del XVII secolo)

«Preludio In Si minore» attrib. J.S Bach (Libero adatt.)

«Ballo Dei Morti e Skiarazula Marazula» (Giorgio Mainerio sec XVII)

«Ein Feste Burg Ist Unser Gott» (M. Lutero 1483-1549)

«Sera’ Que Estoy Llorando» (Astor Piazzolla 1921-1992)

«Climax» brano per chitarra sola di Davide Bortolai

«Evening In The Country» (libero adattamento Da (Bela Bartok 1881-1945)

«Maria» brano per chitarra sola di Davide Bortolai

«Minuetto» di (Johann Krieger 1651-1735) libero adattamento

«Inno di Sant’ambrogio» (dal repertorio Gregoriano)

«Oh Haupt voll Blut und Wunden» BWV 244 J.S. Bach (1685-1750)

«Siciliano» BWV 1031 (J.S. Bach libero adattamento dalla Sonata In Mib Maggiore Per Flauto E Clavicembalo)

«Imperairitz de la Ciutat Joiosa» (dal Libro Rosso Di Monserrat sec XIV)

Share.

Lascia un commento