«Tiepolo, genio del secolo»: a Palazzo Creberg lo splendore della pittura del Settecento

0

Arriva Tiepolo, con gli azzurri intensi, i panneggi morbidi d’oro e porpora, la sua pittura densa d’emozione: e l’autunno dell’arte a Bergamo si preannuncia già caldissimo. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi a Palazzo Creberg, dove il 6 ottobre si inaugura un’esposizione straordinaria dedicata alla pittura del Settecento: «Tiepolo, genio del secolo». Un’occasione speciale sia sotto il profilo dei contenuti sia per la collaborazione inedita tra un’istituzione pubblica, i Musei Civici di Vicenza e un promotore privato, Fondazione Creberg, con Immobiliare Percassi. Sono attesi 18 dipinti (per quattro di essi non c’è ancora la conferma definitiva), 12 incisioni e quattro disegni autografi: «Molti di essi hanno segnato la storia dell’arte italiana e si sono guadagnati a buon diritto un posto sui manuali scolastici» sottolinea Giovanni Carlo Federico Villa, direttore del Centro di Ateneo di Arti Visive dell’Università degli Studi di Bergamo e Direttore Scientifico dei Musei Civici di Vicenza.

La realizzazione della mostra è stata resa possibile, come chiarisce Angelo Piazzoli, Segretario generale della Fondazione Credito Bergamasco e curatore dell’esposizione, «grazie al rapporto instaurato con il professor Villa – con cui collaborammo per la mostra di Lorenzo Lotto, nel 2011, alle Scuderie del Quirinale a Roma (per la quale restaurammo tutte le opere bergamasche di Lotto) e per la mostra di Palma il Vecchio lo scorso anno a Bergamo – nonché grazie alla generosa disponibilità del Sindaco e del Comune di Vicenza». Ci sono voluti mesi di lavoro, ma ora ci siamo: «È davvero un’occasione e un risultato straordinario. Poi dovremo riabituarci alla nostra solita routine, che comunque vuol dire sempre mostre di buon livello».

La Fondazione Credito Bergamasco ha ottenuto il prestito a fronte di un impegno importante: il restauro di tre capolavori di Giambattista e Giandomenico Tiepolo di proprietà della Pinacoteca di Vicenza (tra cui La Verità svelata dal Tempo di Giambattista Tiepolo, originariamente collocato sul soffitto di Palazzo Cordellina a Vicenza e poi la Decollazione di San Giovanni Battista ed Enea e Anchise di Giandomenico Tiepolo) che saranno esposti in mostra con gli altri capolavori, e la manutenzione ordinaria e straordinaria delle altre opere che arriveranno a Bergamo. In questo importante intervento, la Fondazione è stata affiancata dal sostegno di Immobiliare Percassi.

Tiepolo ha lasciato il segno anche a Bergamo, con opere importanti come la decorazione della Cappella Colleoni e il «Martirio di San Giovanni Vescovo» custodito in Cattedrale, e ancora la «Gloria dei santi di Rovetta». Sulle opere di Tiepolo in Bergamasca saranno costruiti percorsi ad hoc, a cura di Simone Facchinetti: «I committenti locali si resero conto del valore di questo pittore – spiega – e tentarono di trattenerlo, ma ormai Tiepolo aveva accettato incarichi importanti altrove, quindi lasciò Bergamo abbastanza in fretta». Sarà comunque interessante ripercorrerne le tracce e il cammino attraverso la provincia. Si possono trovare alcuni suoi bozzetti anche all’Accademia Carrara.

I restauri dei capolavori vicentini sono stati impostati da Eugenia De Beni – recentemente scomparsa – ed eseguiti da un pool di valenti restauratori bergamaschi; la Fondazione Credito Bergamasco ha deciso di dedicare alla memoria della restauratrice, che Angelo Piazzoli ha ricordato come «splendida persona e grande restauratrice» la mostra, il catalogo e le iniziative collaterali che l’accompagneranno.

INFORMAZIONI SULLE ESPOSIZIONI

Sede e orari: Palazzo Storico del Credito Bergamasco – Salone Principale, Loggiato e Sala Consiglio. Bergamo, Largo Porta Nuova, dal 7 al 28 ottobre 2016. Orari: da lunedì a venerdì (8.20 – 13.20 e 14.50 – 15.50); sabato 8, 15 e 22 ottobre (14.30 – 19.30) con visite guidate gratuite (ogni ora, a partire dalle 14.30); domenica 9, 16 e 23 ottobre (9.30 – 19.30) con visite guidate gratuite (9.30, 10.30, 11.30 e ogni ora a partire dalle 14.30), ingresso libero. Catalogo in distribuzione gratuita. Evento inaugurale giovedì 6 ottobre (ore 18, su invito).

Nella foto un particolare del dipinto «La verità svelata dal tempo» di Giambattista Tiepolo

Share.

Lascia un commento