Donizetti Opera fa il pieno: 49% in più degli abbonati rispetto al 2015. Al Teatro Sociale il Gala di Capodanno

0

Grande successo per la prima edizione del Donizetti Opera con il 49 % in più degli abbonati rispetto al 2015 e che riscontra il 14,66 % di presenze totali in più rispetto all’anno passato. Anche gli incassi denotano un incremento che  raggiunge una quota di quasi 40 mila euro rispetto ai  321 mila euro del 2015. Sold out per dieci serate in occasione degli spettacoli “Olivo e Pasquale”, “Rosmonda d’Inghilterra”, “Turandot”, “La Traviata” e il Concerto di Muti. Risultati che mostrano l’importanza che la cultura e il teatro rivestono nella nostra città e che sono frutto anche di una rete di rapporti che si sta costruendo con numerose realtà territoriali come il Conservatorio, la Mia, Angelo Mai, l’Accademia Carrara, il Patronato San Vincenzo, le associazioni dei commercianti e gli esercizi commerciali di Città Alta e dell’area del Teatro Donizetti, gli istituti scolastici, il Festival Pianistico, L’Accademia Santa Giulia di Brescia, l’Accademia del Teatro alla Scala e il circuito di OperaLombardia. “Il Donizetti opera ha portato un grande innalzamento della qualità di critici e pubblico, basti pensare che recensioni sul nostro teatro sono state pubblicate su riviste di diffusione internazionale, senza contare che ben il 40 % dei biglietti è stato venduto a un pubblico straniero con importanti ricadute sul turismo internazionale” ha sottolineato l’assessore alla cultura Nadia Ghisalberti. Il direttore artistico Francesco Micheli ha ricordato come la serata del 29 novembre in cui il maestro Riccardo Muti si è esibito in occasione dei 50 anni della sua carriera cominciata proprio al Donizetti resterà nella storia. Serata a cui ha preso parte anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, apportando un valore aggiunto alla città di Bergamo. Il progetto artistico del 2017, facendo tesoro dei successi ottenuti nel 2016, si consoliderà in due momenti dedicati al grande compositore bergamasco con la Donizetti Night che avrà luogo il 17 giugno e il Festival Donizetti Opera  che sarà concentrato intorno al Dies Natalis (29 novembre). Protagoniste del Festival saranno le opere “Il borgomastro di Saardam” che si terrà al teatro sociale venerdì 24 novembre alle 15.30 e il 2 dicembre alle 20.30, mentre sabato 25 novembre andrà in scena il dittico “Che originali!” di Mayr, maestro di Gaetano Donizetti e “Pigmalione” di Donizetti, la sua primissima opera composta nel 1816 durante gli studi bolognesi. Un programma articolato nelle proposte musicali e illuminato da artisti di fama internazionale, per portare il pubblico alle radici e alla riscoperta del genio donizettiano. L’anno nuovo si aprirà infine con il Gala di capodanno Suoni del Danubio domenica 1 gennaio al Teatro Sociale con musiche di Strauss.

(Nella foto una scena di Olivo e Pasquale)

Share.

Lascia un commento