ArteXiCre Memories: Fuoco alle polveri: calore, luce ed energia con i fiammiferi, come nelle opere di Bernard Aubertin

0

Sta per terminare il nostro viaggio avventuroso all’insegna di Creati ad Arte-ArteperiCre 2017-Fatti in quattro, la rassegna di laboratori che colorano l’estate degli oratori bergamaschi, ideati, realizzati e curati dalla Fondazione del Museo Adriano Bernareggi. Non solo i più piccoli, ma anche gli animatori, ossia i ragazzi e le ragazze delle scuole secondarie di secondo grado, sono protagonisti di quest’esperienza indimenticabile. A loro è dedicato infatti il laboratorio che stiamo per scoprire: Fuoco alle polveri! Il fuoco: questa forza dalla doppia, prorompente potenza, che distrugge, ma che scalda, forgia e illumina. Se a volte brucia e cancella, altre volte crea e dà luce.

Il fuoco si leva in forme gioiose dalla culla oscura, in cui dormiva, e la sua fiamma si innalza e ricade e nuovamente erompe e si avvolge festosa, finché la sua materia è consunta, e allora fuma e lotta e si spegne: ciò che rimane è cenere.

Friedrich Hölderlin

Quando si pensa al colore rosso scatta quasi automatico il riferimento al fuoco. Non per niente il rosso e il fuoco sono i due capisaldi dell’opera dell’artista francese Bernard Aubertin; entrambi portatori di una forza primordiale e liberatoria e di energia viva e inafferrabile. Come nelle opere di Aubertin i fiammiferi, piccoli portatori di fuoco, diventeranno segmenti di sculture vive, fonti di energia, opere dal risultato incontrollabile, in balia delle fiamme.

Partendo dalla percezione del proprio battito cardiaco e dalla consapevolezza di essere portatori di energia, gli animatori impareranno che questa fonte di vitalità può essere condivisa con gli altri. Utilizzando infatti dei fiammiferi, i ragazzi misureranno l’ampiezza dei loro battiti cardiaci e uniranno tutte le loro energie creando un’onda di fuoco che lascerà una traccia che rimane nel tempo. Solo se i battiti sono condivisi e vicini tra di loro nascerà un domino di energia vitale che lascerà tutti a bocca aperta!

Share.

Lascia un commento