Dalla regina Vittoria a Thor: storia, avventura e fantasy in arrivo sul grande schermo

0

È stato uno degli eventi speciali della 74ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, la proiezione fuori concorso di “Victoria e Abdul” del regista britannico Stephen Frears, omaggiato a Venezia anche del Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker 2017. Protagonista è l’attrice premio Oscar Judi Dench che veste i panni della regina Vittoria nel 1887, in occasione del Giubileo d’oro del suo regno. Il film si focalizza sull’incontro tra la sovrana e un giovane indiano, Abdul, giunto a Corte come delegato dall’India. Tra i due nasce una bella amicizia, nonostante le tante invidie di palazzo. Ispirandosi liberamente all’omonimo romanzo di Shrabani Basu, “Victoria e Abdul” è un racconto che fa della semplicità la propria forza narrativa. Un’opera rassicurante senza troppi sussulti. Nota di merito per la Dench, sempre misurata e attenta alle sfumature del personaggio. Un film consigliabile, semplice.

È stato scelto come film di preapertura alla 12ª Festa del Cinema di Roma il noir italiano “La ragazza nella nebbia” di Donato Carrisi, scrittore passato alla regia per portare sullo schermo il proprio romanzo. Un cast importante ha aderito al progetto: Toni Servillo, Alessio Boni, Lorenzo Richelmy, Galatea Ranzi e Michela Cescon. Trovando certamente l’interesse dei tanti lettori di Carrisi, il film giallo poliziesco si rivela adatto per gli amanti del genere. E sempre dall’Italia e sempre da un romanzo (di Diego De Silva) troviamo in sala “Terapia di coppia per amanti” di Alessio Maria Federici – “Lezioni di cioccolato 2”, “Stai lontana da me” e “Fratelli unici” – , che mette al centro del racconto la vicenda di due amanti innamorati, Pietro Sermonti e Ambra Angiolini. Film dall’andamento brillante, anche se discontinuo e con qualche incertezza.

Ritorna il supereroe Thor con l’episodio “Thor: Ragnarök” di Taika Waititi, targato Marvel. Cast puntualmente stellare – Chris Hemsworth, Tom Hiddleston, Cate Blanchett, Idris Elba, Jeff Goldblum e Benedict Cumberbatch – per un film che si rivolge soprattutto agli amanti dei fumenti e alle loro trasposizioni sul grande schermo, giovani in testa. Tanti effetti speciali e adrenalina per gli appassionati.

È stato un caso internazionale il film svedese “Mr. Ove” di Hannes Holm, candidato all’Oscar nel 2017 nella categoria miglior film straniero, oltre che in quella del trucco e acconciature. La commedia di umor nero nordico si ispira al romanzo “L’uomo che metteva in ordine il mondo” di Fredrik Backman. Un racconto frizzante, che fa del sarcasmo l’approccio principale del racconto.

In chiusura, “Vampiretto” diretto da Richard Claus e Karsten Kiilerich, che prende le mosse dal libro di Angela Sommer-Bodenburg; un cartone animato prodotto in Germania. Per bambini e famiglie.

(*) Commissione nazionale valutazione film Cei

Share.

Lascia un commento