L’uomo e la terra: a Bolgare tre serate per parlare di ambiente e stili di vita

0

Tra le tante sagre che movimentano i nostri paesi nel tempo d’estate, al Parco Nochetto di Bolgare ecco un evento che invita a riflettere sul rispetto del creato, sull’accoglienza e sui consumi responsabili. Se vero è che oggi si parla di emergenza migratoria, antico quanto il tema della migrazione è il rapporto dell’uomo con la terra. Un rapporto, quello tra l’uomo e la terra, che sembra aver perso il suo lato virtuoso in favore del lato vizioso, giustificato dal consumismo e dalla paura che l’altro ci sottragga qualcosa che pensiamo nostro. Un rapporto, quello tra l’uomo e “l’altro” spesso conflittuale, fatto di resistenze e di contese, di paure e di incertezze. È bene ricordarsi di essere ospiti, ospiti sulla stessa terra. Una terra che non ci appartiene ma che siamo chiamati a custodire e a rispettare. Dalla collaborazione tra la parrocchia S. Pietro Ap. di Bolgare, l’amministrazione comunale di Bolgare e diverse associazioni del territorio è nato il desiderio di proporre tre serate il cui tema è proprio quello della terra. Sulla stessa terra è il tentativo di offrire un tempo in cui fermarsi e scoprire che un altro rapporto con la terra è possibile, che ciascuno nel proprio piccolo è chiamato ad essere responsabile dell’altro che abita proprio sulla stessa terra. Venerdì 22, alle ore 20.45, Francesco Gesualdi, attivista e saggista allievo di don Milani a Barbiana, affronterà il problema dell’ecologia; sabato 23, alle ore 20.45, Padre Giulio Albanese, missionario e giornalista fondatore di Misna e direttore di “Popoli e Missione” snocciolerà le cause dell’immigrazione di massa. Domenica 24, dalle ore 15 l’associazione “Dindoca” proporrà un pomeriggio di animazione per bambini sul tema “giochi di una volta” e ci sarà la possibilità di visitare diversi stand, tra i quali una mostra fotografica, Artigianato Boliviano, Amandla – prodotti dal commercio equo-solidale, Emergency, Missio Giovani e altri stand dedicati alle associazioni locali. In serata, alle 19 verrà proposto un apericena e sarà possibile gustare alcuni prodotti del commercio equo-solidale e a chilometro zero. A conclusione dell’evento, alle ore 21 si terrà la festa dei popoli: uno spettacolo etnico musicale presentato da Antonella Maffei.

13691083_1713546332241837_8870304602490528190_o

Share.

Lascia un commento