A Roma il convegno per i vent’anni del Servizio di volontariato europeo: un’esperienza che apre gli orizzonti

0

Viaggiare, aprire gli orizzonti, ascoltare, pensare, incontrare: questa settimana la nostra rubrica #Vieniviaconme che racconta esperienze dei giovani del Servizio di Volontariato europeo, in collaborazione con Aeper, parla del convegno organizzato per i vent’anni dello Sve. Un’occasione di riflessione alla quale hanno partecipato anche i volontari, con tutta la loro voglia di mettersi in gioco. Tra loro c’era anche Hanna Marte, che arriva dall’Austria e sta lavorando a Bergamo con Aeper.

Doversi alzare alle 4 del mattino non è la cosa migliore nella vita, ma quando si ha ben chiaro in mente che questo piccolo sforzo permetterà di trascorrere la giornata a Roma in realtà non è così difficile.
Il nostro viaggio è iniziato a Bergamo e 4 ore più tardi abbiamo raggiunto Roma. Fortunatamente abbiamo già incontrato altri due volontari e i loro coordinatori sul treno, così abbiamo potuto condividere un taxi per arrivare in tempo all’evento.
Al mattino ci sono stati alcuni gruppi di ex volontari che hanno mostrato il processo di apprendimento e gli obiettivi dello SVE con piccoli giochi di ruolo, canzoni e video. Subito dopo sono state intervistate tre persone dell’agenzia nazionale e hanno mostrato un video dal titolo «SVE in un giorno». Uno dei punti forti era un colloquio con la cosiddetta «Mamma Erasmus» una vecchia signora che ha fatto il primo Erasmus dopo la Seconda guerra mondiale. È stato un peccato che io non riuscissi a capire tutto perché parlava italiano ma da quello che ho capito e da quello che il mio mentore mi tradotto, è una donna veramente sorprendente!
Dopo una breve pausa con un meraviglioso buffet, è iniziata la seconda parte. È stato un po’ noioso per noi volontari perché si trattava principalmente di mentoring e di come coordinare i volontari SVE. Ma credo che al mio mentore questa parte sia piaciuta 🙂
Abbiamo finito la giornata con un breve tour attraverso Roma. Non ho visto moltissime città, ma abbastanza per essere sicura che ci ritornerò !! 🙂

Share.

Lascia un commento