Teatro Nuovo inaugura lo spettacolo a domicilio: per prenotarsi basta un clic

0

Circa due mesi fa, su queste pagine, vi avevamo parlato del nuovo e ricco programma ideato da Teatro Nuovo Bergamo per la stagione 2017-2018. Ora è arrivato il momento del debutto per una delle iniziative più particolari e insolite del progetto #ViviLaTuaStoria: il Teatro a Domicilio. Venerdì 15 dicembre, infatti, si terrà la “data zero” di questo esperimento, che i ragazzi di TNB puntano a far diventare un appuntamento fisso.
«Su questo progetto abbiamo investito molto» spiega Luca Andreini, ideatore, direttore artistico e “anima” della compagnia teatrale (nonché produzione di forme sceniche) più giovane in Italia. «L’obiettivo è semplice quanto ambizioso» spiega «vorremmo rendere la cultura – anzi le sue storie – immediatamente fruibile a tutti quando se ne ha voglia, quasi come succede con il cibo a domicilio».
E come si fa? Semplice: con una app, che il gruppo spera di rendere disponibile già dal prossimo febbraio, sia per iOs sia per Android. Il funzionamento è semplice: chi vuole può prenotare, nel giorno che preferisce (ovviamente secondo le disponibilità degli artisti), una vera e propria performance direttamente a casa propria. In ogni “serata” saranno presenti due artisti, un musicista/cantante – Cristian Paganelli – e una voce narrante sempre diversa.
Fin qui le questioni tecniche, ma il cuore del progetto rimangono le storie: quali sono quelle disponibili? «Stiamo preparando un vero e proprio catalogo» racconta Luca «che sarà consultabile direttamente nella app». Per ora, comunque ci anticipa che tra gli autori proposti ci sono Antonio Moresco (scelto per la data zero), Alessandro Baricco, Ernest Heminguay, Fabrizio De Andrè, Gianni Rodari e altri ancora. «Un ventaglio ampio, che ci permette di coprire un target ampio, dai 15 ai 65 anni, con la possibilità anche di scegliere storie per bambini».
Le performance durano 45 minuti e saranno strutturate diversamente a seconda dall’autore scelto: in alcuni casi ci si sofferma su un unico testo, oppure, attraverso dei “focus” vengono legate insieme diverse opere dello stesso autore (è il caso, tra gli altri, di Baricco e di Moresco).
Ciò che non cambia è l’atmosfera, che per scelta rimane intima, proprio come le mura domestiche che la ospitano.Un’esperienza da provare e condividere magari con gli ospiti, per saziare, per una volta, la propria “fame” di cultura. Per informazioni e prenotazioni potete consultare il sito www.teatronuovobergamo.com e i profili social del gruppo.

Share.

Lascia un commento