Basta guerre, l’11 maggio giovani e adulti in piazza per scegliere la pace

0

“Basta guerre, facciamo la Pace!”: questo il titolo del 6° Appuntamento Internazionale dei giovani della Pace, a Bergamo l’11 maggio 2019. L’iniziativa è organizzata dai giovani del Sermig di Bergamo e dall’Arsenale della Pace di Torino, realtà di solidarietà fondata da Ernesto Olivero e attiva da più di cinquant’anni a servizio dei poveri e dei giovani, con la collaborazione di Comune di Bergamo, Provincia, Diocesi e Università.

L’11 maggio chiederemo Pace in un mondo ancora segnato da conflitti e in una società divisa, anche nelle relazioni personali” ha detto Ernesto Olivero a settembre, durante la prima presentazione dell’Appuntamento alla città. L’Appuntamento di Bergamo arriva dopo quello di Padova, che nel 2017 ha coinvolto in Prato della Valle più di 40.000 giovani.

La giornata dell’11 maggio sarà divisa in diversi momenti, tra cui i due principali: al mattino, in diversi teatri della città, i giovani si metteranno in dialogo con testimoni significativi, per rileggere il nostro tempo in una prospettiva di speranza. Nel pomeriggio, dalle ore 15 in Piazza Vittorio Veneto, avrà luogo l’evento vero e proprio: l’Appuntamento dei Giovani della Pace.

«Parliamo di “Appuntamento” perché l’11 maggio ci troveremo in piazza per dirci qualcosa di importante, non per lamentarci o per protestare. Chiederemo ai partecipanti di prendersi un impegno di Pace, da portare avanti nella propria realtà» spiega Daniele Ballarin, uno dei responsabili
dell’organizzazione.

L’Appuntamento avrà come protagonisti i giovani: gli adulti saranno in piazza, anche nella loro veste civile e religiosa, ma staranno seduti ad ascoltare l’impegno concreto dei giovani per un miglioramento della realtà. Dal palco verranno raccontate esperienze di chi ha vissuto e sta vivendo la guerra in prima persona; verranno poi raccontati i “Punti di Pace”: esperienze, progetti, azioni di bene realizzati da persone comuni.  L’obiettivo sarà guardare in faccia gli orrori della guerra e, in seguito, valorizzare il “bene” che già esiste sul territorio e che solitamente non fa notizia.

Perché proprio Bergamo per il 6° Appuntamento? A Bonate Sopra, da tredici anni, esiste un gruppo
legato all’Arsenale della Pace. Una ventina di ragazzi di età compresa tra i 16 e i 30 anni, attivi sul territorio con proposte concrete e di formazione rivolte ai giovani. “Dopo aver vissuto gli Appuntamenti di Napoli e di Padova, abbiamo deciso che una cosa così bella doveva accadere anche nella nostra città – racconta Chiara, del gruppo di Bergamo –. Dopo aver chiesto all’Arsenale della Pace, abbiamo portato la nostra proposta alle Istituzioni principali della città. Abbiamo ottenuto tutti i “sì” necessari e ci siamo messi a lavorare a gran ritmo”.

I giovani del Sermig di Bergamo in questi mesi stanno incontrando moltissime realtà attive sul territorio: scuole, oratori, associazioni. L’obiettivo è coinvolgere tutta la città. Il senso più profondo di questo Appuntamento si può leggere tra le parole con cui Ernesto Olivero invita i giovani ad essere presenti l’11 maggio: “Giovani che convocano altri giovani, giovani e adulti insieme per ritrovare la strada comune della Pace, per ridare soprattutto fiducia ai giovani e per ripartire da loro. Viviamo in un’epoca difficile, complicata, per certi aspetti senza speranza. Ma è il nostro tempo! Il tempo di uomini e donne pronti a diventare  protagonisti di una nuova storia che metta insieme libertà e verità, giustizia e pace.”

 

INFO UTILI

Le iscrizioni all’iniziativa sono aperte al sito www.giovanipace.org. È possibile visualizzare lì
l’elenco completo degli ospiti presenti ai dialoghi, la mattina dell’11 maggio. Si consiglia agli
interessati di iscriversi al più presto: i posti per i “Dialoghi in città” sono in via di esaurimento.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a Segreteria organizzativa Bergamo:
bergamo@giovanipace.org – tel. 334.6568.303 – 334.6568.287

 

Share.

Lascia un commento