Stezzano, la festa dell’Apparizione al Santuario della Madonna dei Campi

0

Sorge in mezzo al verde in una bellissima posizione, lontano dal frastuono del traffico, nonostante la vicinanza di strade di grande comunicazione. È uno dei più frequentati della diocesi, con pellegrini che vi giungono ogni giorno dell’anno, ed è meta di pellegrinaggi anche oltre i confini diocesani. È il santuario della Madonna dei Campi, noto anche come Madonna della Preghiera, dove è iniziata la novena in preparazione alla festa dell’Apparizione, che ricorre il 12 luglio. Un santuario che è soprattutto un’oasi di preghiera e spiritualità e non soltanto di devozione mariana, come conferma il parroco don Mauro Arizzi: «È un luogo di preghiera, devozione, spiritualità, possibilità di Confessioni e anche luogo di “vacanza spirituale” in questo periodo di ferie».
La storia del santuario affonda le radici in due eventi prodigiosi. Nel luogo dove sorge, c’era una cappelletta. Nel 1200, al suo interno una donna vide una luce misteriosa con Maria e il Bimbo. Conosciuto l’evento, la popolazione costruì una chiesetta, dove venne collocata l’immagine mariana conservata nella cappelletta. Nell’anno 1586 avvennero due eventi prodigiosi. Il primo fra maggio e novembre: dal pilastro su cui è posta l’immagine mariana sgorgò acqua copiosa, ritenuta miracolosa per le grazie ricevute. Il secondo evento avvenne il 12 luglio: dalla finestra della chiesa, due contadinelle stezzanesi, Bartolomea Bucarelli e Dorotea Battistoni, di 10 e 11 anni, videro una Signora vestita in abito scuro, che non parlò, ma nella sinistra reggeva un libro (da questo particolare il titolo di Madonna della Preghiera), mentre la destra indicava il Cielo. Dopo questo evento, la chiesetta venne ingrandita e continuamente rinnovata e abbellita nel corso dei secoli, trasformandola nell’attuale santuario. Il gruppo statuario dell’Apparizione venne incoronato il 5 settembre 1896 dal Beato Andrea Carlo Ferrari, cardinale arcivescovo di Milano. Anche Papa Giovanni fu molto devoto alla Madonna dei Campi. Il 4 agosto 1954, da cardinale patriarca di Venezia, intervenne alle celebrazioni del 60° dell’Apparizione. Il santuario conserva anche una stola e un piviale da lui donati, esposti in una cappella.
Questo il programma delle celebrazioni, che quest’anno avranno un ricordo particolare di anniversari di ordinazione: il 40° di padre Mario Zana e il 25° di don Luca Gattoni e don Luca Moro. La novena si conclude il 10 luglio: Messe alle 8, 16 (con Vespri) e 21, adorazione alle 15 e 20,30. Giovedì 11 luglio, vigilia: Messe alle 8 e 15 (con Vespri); alle 21 fiaccolata dalla parrocchiale al santuario. Venerdì 12 luglio, festa dell’Apparizione: Messe alle 6, 7,30, 9, 10,30 (con i ragazzi del Cre), 17,30 e 21 (conclusiva); alle 16 Vespri e benedizione eucaristica. Per le Messe celebrate alle 21 sarà attivo mezz’ora prima un servizio pullman dalla piazza di Stezzano al santuario. Domenica 7 si è tenuta anche la giornata dell’ammalato

Share.

Lascia un commento